Il Sorriso di Maria

Preghiera di Affidamento dell’Italia a Maria




AFFIDAMENTO DELL’ITALIA A MARIA
(1 maggio 2020)

Nel “Trattato della vera devozione a Maria” san Luigi Maria Grignion de Montfort scrive: «Dio Padre riunì tutte le acque e le chiamò mària (mare); riunì tutte le grazie e le chiamò Maria»

PREGHIAMO

«Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio».
 Nella presente situazione drammatica, carica di sofferenze e di angosce che attanagliano il mondo intero, ricorriamo a Te, Madre di Dio e Madre nostra, e cerchiamo rifugio sotto la tua protezione.

 O Vergine Maria, volgi a noi i tuoi occhi misericordiosi in questa pandemia del coronavirus, e conforta quanti sono smarriti e piangenti per i loro cari morti, sepolti a volte in un modo che ferisce l’anima.

Sostieni quanti sono angosciati per le persone ammalate alle quali, per impedire il contagio, non possono stare vicini. Infondi fiducia in chi è in ansia per il futuro incerto e per le conseguenze sull’economia e sul lavoro.

 Madre di Dio e Madre nostra, implora per noi da Dio, Padre di misericordia, che questa dura prova finisca e che ritorni un orizzonte di speranza e di pace.

Come a Cana, intervieni presso il tuo Figlio Divino, chiedendogli di confortare le famiglie dei malati e delle vittime e di aprire il loro cuore alla fiducia.

Proteggi i medici, gli infermieri, il personale sanitario, i volontari che in questo periodo di emergenza sono in prima linea e mettono la loro vita a rischio per salvare altre vite.

Accompagna la loro eroica fatica e dona loro forza, bontà e salute. Sii accanto a coloro che notte e giorno assistono i malati e ai sacerdoti che, con sollecitudine pastorale e impegno evangelico, cercano di aiutare e sostenere tutti.

Vergine Santa, illumina le menti degli uomini e delle donne di scienza, perché trovino giuste soluzioni per vincere questo virus.

Assisti i Responsabili delle Nazioni, perché operino con saggezza, sollecitudine e generosità, soccorrendo quanti mancano del necessario per vivere, programmando soluzioni sociali ed economiche con lungimiranza e con spirito di solidarietà.

Maria Santissima, tocca le coscienze perché le ingenti somme usate per accrescere e perfezionare gli armamenti siano invece destinate a promuovere adeguati studi per prevenire simili catastrofi in futuro.

Madre amatissima, fa’ crescere nel mondo il senso di appartenenza ad un’unica grande famiglia, nella consapevolezza del legame che tutti unisce, perché con spirito fraterno e solidale veniamo in aiuto alle tante povertà e situazioni di miseria.

Incoraggia la fermezza nella fede, la perseveranza nel servire, la costanza nel pregare.

O Maria, Consolatrice degli afflitti, abbraccia tutti i tuoi figli tribolati e ottieni che Dio intervenga con la sua mano onnipotente a liberarci da questa terribile epidemia, cosicché la vita possa riprendere in serenità il suo corso normale.

 Ci affidiamo a Te, che risplendi sul nostro cammino come segno di salvezza e di speranza, o clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Amen.
 

Santo Rosario: Misteri Luminosi con San Gabriele dell’Addolorata



MISTERI LUMINOSI CON SAN GABRIELE

I ripetuti lutti familiari e alcune brutte malattie in cui è incappato, gli hanno fatto apparire le gioie umane, brevi ed inconsistenti come fiocchi di neve. A tredici anni ad esempio si ammala gravemente alla gola; vede attorno a sé volti preoccupati e tanto tristi. Che spavento, povero Checchino! Implora ed ottiene la guarigione dal beato Andrea Bobòla. Proprio in questi momenti ha sentito una grande paura ed ha promesso di chiudersi in convento se fosse guarito. Ha chiesto addirittura di entrare tra i Gesuiti, ma poi la vita è tornata a travolgerlo con i suoi ritmi ed a distrarlo con i suoi richiami. Meglio così. Meglio che non sia partito. Non sarà la paura, ma l’amore a portarlo in convento.

Nei tuoi rapporti con gli altri, o san Gabriele, fosti motivo di gioia per tutti e nello stesso tempo realizzasti le tue aspirazioni. Fosti corretto e premuroso coi genitori, i fratelli e le sorelle, i professori e i compagni di scuola, i superiori e i confratelli, tanto che facevano a gara per ascoltarti e stare con te.

Ottienici dal Signore di essere aperti verso gli altri e attenti ai loro problemi. Fa’ che superiamo l’egoismo e gli atteggiamenti di potere che inquinano i rapporti sociali ad ogni livello.
Chiediamo a Gesù per intercessione di Maria Vergine e di San Gabriele di ciò che abbiamo bisogno.
 
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito
Santo.
Amen.

O Dio vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli
dei secoli. Amen. 

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo tutte le anime specialmente le più bisognose della Tua Misericordia.

Credo Apostolico
Padre Nostro
tre Ave Maria per la fede, la speranza, la carità
Gloria al Padre
 
MISTERI LUMINOSI

I MISTERO DELLA LUCE: “II Battesimo di Gesù nelle acque del Giordano”

Dal Vangelo di Matteo (Mt 3,16-27).
“Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono i cieli ed Egli vide lo Spirito di Dio scendere come una colomba e venire su di Lui. Ed ecco una voce dal cielo che disse: ‘Questi è il mio Figlio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto”

Dagli Scritti di San Gabriele:
L’eterno divino Spirito in questi giorni scenda sopra di voi e dei fratelli, vi porti quello spirito di verità, spirito di consolazione, spirito di pace, caparra dell’eterna salute, e quella Madre santissima, pietosissima, tutta bontà e compassione verso le nostre miserie, vi rimeriti ed abbondantemente vi ripaghi quella tutta particolare cura e sollecitudine che avete avuto per la nostra salute ed educazione, e speriamo tutti un giorno vederci ricoperti dal manto di una sì amorosa Madre; confidiamo in Lei e siamo sicuri” (Lett. 14).

PREGHIAMO

Signore Gesù, ti offriamo questo primo mistero per onorare il tuo battesimo nel fiume Giordano.
Per intercessione di Maria, tua Madre, ti chiediamo di vivere con gioia e coerenza la nostra dignità battesimale.

Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
II MISTERO DELLA LUCE: “Gesù manifesta la sua gloria alle nozze di Cana rispondendo alla preghiera di Maria”.

Dal Vangelo di Giovanni (Gv 2,1-8).
“Tre giorni dopo. ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. Era invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: ‘Non hanno più vino’. E Gesù rispose: ‘Che cosa posso fare, o donna? Non è ancora giunta la mia ora’. La madre dice ai servi: ‘Fate quello che vi dirà’. E Gesù disse loro: ‘Riempite d’acqua le giare ‘. E le riempirono fino all’orlo. Così Gesù diede inizio ai suoi miracoli in Cana di Galilea, manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in Lui”

Dagli scritti di San Gabriele:
Michele mio, vuoi tu amare? ama pure. Ma sai chi? ama Maria. Chi più di Lei bella amabile potente? Essa amabile fedele e costante, Essa non si fa mai vincere in amore ma sempre superiore rimane. e nei pericoli Essa tosto accorre a liberarti, se sei afflitto ti consola, se infermo ti solleva, se bisognoso ti soccorre. Né guarda già quale uno sia stato. Solo che Essa veda un cuore che desidera amarla che subito accorre e gli apre il seno delle sue misericordie, l’abbraccia lo difende lo tiene consolato e perfino lo serve l’accompagna in questo poco tempo che viaggia per l’eternità, e poi (ah! fratello mio, questo è quello che più consola) in quel punto I veri amanti di Maria si consolano, invitano la morte, con pace si separano dai congiunti e dal mondo pensando che vanno a possedere in realtà l’oggetto dei loro puri amori, e che in eterno saranno alla sua presenza felici. (Lett. 41).

PREGHIAMO

Signore Gesù, ti offriamo questo secondo mistero per onorare la tua presenza alle nozze di Cana e il segno dell’acqua fatta vino.
Per intercessione di Maria, tua Madre, ti chiediamo di vivere il suo invito a fare tutto quello che tu ci hai detto.

Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
III MISTERO DELLA LUCE: “Gesù annuncia che il Regno di Dio si è fatto vicino e invita alla conversione del cuore

Dal Vangelo di Marco (Mc 1,14-15).
“Dopo che Giovanni fu arrestato. Gesù si recò nella Galilea predicando il Vangelo di Dio e diceva: “II tempo è compiuto e il regno di Dio si è fatto vicino; convertitevi e credete nel Vangelo”

Dagli scritti di San Gabriele:
Ricordatevi che la via del paradiso è stretta e però bisogna farsi violenza. Non ci lusinghiamo che o per alcuni atti buoni, o per alcune preghiere, o per l’adempimento di qualche dovere cristiano si abbia da star sicuri del paradiso, no, la cosa non va così: una cosa soltanto di nostro obbligo in cui siamo trovati mancanti, sufficiente a formare un peccato mortale, è di fede che ci rende eternamente infelici. Ah, che alcuni vorrebbero accoppiare Dio e mondo, conversazioni e preghiere, teatri e visite alla chiesa, e poi tenersi sicuri del paradiso! Ah, no! questo è un inganno. Gesù ha detto: chi non porta la croce non può essere mio seguace, e quindi, chi vuol venire dietro di me rinneghi le sue tendenze, le Lettera 41:sue passioni, rinneghi insomma se stesso, prenda ogni giorno, notate queste parole, ogni giorno la sua croce e mi segua” (Lettera 31).

PREGHIAMO

Signore Gesù, ti offriamo questo terzo mistero per onorare l’annuncio del Regno e il richiamo alla conversione.
Per intercessione di Maria, tua Madre, ti chiediamo di cercare sempre e innanzitutto il tuo regno.

Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
IV MISTERO DELLA LUCE: “Gesù, sul Monte Tabor, si manifesta agli apostoli nello splendore della divinità”

Dal Vangelo di Luca (Lc 9,29-35).
“Mentre pregava, il volto di Gesù cambiò d’aspetto e la sua veste divenne candida e sfolgorante. Ed ecco due uomini parlavano con Lui: erano Mosè ed Elia, apparsi nella loro gloria, e parlavano della sua dipartita che avrebbe portato a compimento a Gerusalemme. E dalla nube uscì una voce, che diceva: ‘Questo è il mio Figlio, l’eletto: ascoltatelo!’”

Dagli scritti di San Gabriele:
Quello che poi finalmente rende giocondo, dolce e soave il giogo del Signore, è la speranza, che da un giorno all’altro sciolto questo misero corpo, senza l’angoscioso pensiero o di roba o di figlio di altro che si lascia, si abbia a passare a godere Iddio per una interminabile eternità. (Lett. 34).

PREGHIAMO

Signore Gesù, ti offriamo questo quarto mistero per onorare la tua gloriosa trasfigurazione su un alto monte.
Per intercessione di Maria, tua Madre, ti chiediamo di ascoltarti nella vita di ogni giorno.

Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
V MISTERO DELLA LUCE: “Gesù dona l’Eucaristia alla Chiesa come testamento d’amore”

Dal Vangelo
“Prima della festa di Pasqua Gesù, sapendo che era giunta la sua ora di passare da questo mondo al Padre, dopo aver amato i suoi che erano nel mondo, li amò sino alla fine” (Gv 13,1). “Mentre mangiavano prese il pane e pronunciata la benedizione, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: “Prendete e mangiate: questo è il mio corpo”. Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie, lo diede loro dicendo: “Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue dell’alleanza, versato per tutti in remissione dei peccati (Mt 26,26-28); fate questo in memoria di me” (Lc 22,19-20).

Dagli scritti di San Gabriele:
Se io non potrò vedervi, o carissimo padre, non dubitate, che vi rivedrò, se non corporalmente almeno spiritualmente, innanzi al SS. Sacramento, e nei dolori di Gesù e di Maria, come spero che vorrete voi fare lo stesso. E benedicendo il Signore insieme a Maria SS.ma queste visite, potremo ottenere quel soggiorno felice ed eterno per mai più separarci; lo stesso dite ai fratelli. (Lett. 16).

PREGHIAMO

Signore Gesù, ti offriamo questo quinto mistero per onorare il dono del tuo corpo e del tuo sangue nell’ultima cena.
Per intercessione di Maria, tua Madre, ti chiediamo di fare dell’Eucaristia il centro della nostra vita.

Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
Salve, o Regina…
 
LITANIE…
 
Preghiamo
Concedi, o Signore,
a noi tuoi servi di vivere
in una continua salute
di corpo e di anima; e,
per l’intercessione della beata
Maria sempre vergine,
liberaci dalle angustie
della vita presente e fa’
che possiamo godere
le gioie della vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.
 Amen.
 
O santo dei giovani e di quanti cercano Dio
nella sincerità del loro cuore, insegnaci
a porre Dio al primo posto nella nostra vita.
 
Tu che lasciati il mondo, ove vivevi
Una vita tranquilla, serena ed allegra,
attratto da una speciale vocazione
alla vita consacrata, guida i nostri giovani a sentire
la voce di Dio e a consacrarsi
a Lui mediante scelte radicali di amore.
 
Tu, che alla scuola di San Paolo della Croce,
ti alimentasti alle sorgenti dell’Amore crocifisso
insegnaci ad amare Gesù, morto e risorto per noi,
come lo amasti tu con tutto il cuore.
 
Tu, che hai scelto la Vergine Addolorata,
come guida sicura verso il Calvario,
insegnaci ad accettare le prove della vita
con santa rassegnazione alla volontà di Dio.
 
O Gabriele della Vergine Addolorata,
che all’Isola del Gran Sasso
richiami fedeli e pellegrini di ogni parte del mondo,
porta a Cristo le anime smarrite, sfiduciate e senza Dio.
 
Con il tuo fascino spirituale,
con la tua giovanile e gioviale santità
indirizza le persone che hanno già intrapreso
la strada della perfetta carità
sulla via della vera unione con Dio
e del sincero amore verso ogni uomo di questo mondo.
Amen
 
Benedizione finale

Per intercessione
Maria SS.ma,
 di san Gabriele
dell’Addolorata e di tutti
gli angeli del cielo,
ci benedica
Dio Onnipotente, Padre
e Figlio e Spirito Santo.
Amen.

Benediciamo il Signore
Con la nostra vita
Rendiamo grazie a Dio
Nel nome del padre del figlio..
Amen.

Sia lodato Gesù e Maria

Santo Rosario: Misteri Dolorosi con San Gabriele dell’Addolorata



MISTERI DOLOROSI CON SAN GABRIELE

Maria ha una posizione del tutto singolare nel mistero di Cristo e della Chiesa: è Madre del Figlio di Dio, cooperatrice del Salvatore, tutta santa, modello e madre della Chiesa, vicina con la sua intercessione e con la sua azione alle necessità di tutti gli uomini. Perciò giustamente viene venerata con un culto superiore a quello degli angeli e dei santi. I santi stessi gareggiano nella lode verso di lei.
Caro san Gabriele, tu vivesti la tua vicenda nel mondo senza allontanarti da Dio. Sperimentasti l’affetto della famiglia, le gioie dell’amicizia, il dolore per la morte di persone care, l’esaltazione del successo; ma trovasti l’equilibrio e il senso delle cose nella preghiera e nella pratica della vita cristiana.
Ottienici di saper mettere Dio al centro della nostra vita, e di non dimenticare che tutto quello che avviene in noi e attorno a noi è collegato con la sua volontà.
Chiediamo a Gesù per intercessione di Maria Vergine e di San Gabriele di ciò che abbiamo bisogno.
 
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito
Santo.
Amen.

O Dio vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli
dei secoli. Amen. 

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo tutte le anime specialmente le più bisognose della Tua Misericordia.

Credo Apostolico
Padre Nostro
tre Ave Maria per la fede, la speranza, la carità
Gloria al Padre

MISTERI DOLOROSI

I MISTERO DOLOROSO – AGONIA DI GESU’ NELL’ORTO DEGLI ULIVI

Dal Vangelo di Luca (Lc 22, 39-42)
Uscito, se ne andò come al solito al monte degli ulivi; anche i discepoli lo seguirono. Giunto sul luogo… si allontanò da loro quasi un tiro di sasso e inginocchiatosi pregava: «Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà».

Dagli scritti di San Gabriele:
Chi potrà mai ridire i dolori, gli strapazzi e le sofferenze che Gesù sostenne nel giro di poche ore… Vedete Gesù nell’orto degli ulivi, dopo essersi separato dalla desolatissima madre sua, come è pallido e tremante con la faccia al suolo.

 PREGHIAMO

Ti offriamo, Signore Gesù, in onore della tua Agonia mortale nel giardino degli Ulivi, e ti chiediamo, per questo mistero e per l’intercessione della tua santa Madre, una perfetta contrizione dei nostri peccati e una perfetta conformità alla tua santa volontà.
Padre nostro,…  10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
II MISTERO DOLOROSO – LA FLAGELLAZIONE DI GESU’

Dal Vangelo di Matteo (Mt 27, 24-26)
Pilato, visto che non otteneva nulla, anzi che il tumulto cresceva sempre più, presa dell’acqua, si lavò le mani davanti alla folla.
Allora rilasciò loro Barabba e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso.

Dagli scritti di San Gabriele:
Pilato vide che erano inutili tutti gli sforzi di salvare Gesù, ma volle tentare di placare la folla condannando Gesù ai flagelli. E’ difficile immaginarsi una scena tanto penosa.
In breve il corpo del Signore è tutto una piaga eppure non si desiste dalla brutale carneficina.

PREGHIAMO

Ti offriamo, Signore Gesù, in onore della tua sanguinosa Flagellazione, e ti chiediamo, per questo mistero e per l’intercessione della tua santa Madre, una perfetta mortificazione dei nostri sensi.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
III MISTERO DOLOROSO – LA CORONAZIONE DI SPINE

Dal Vangelo di Matteo (Mt 27, 28-30)
Spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto e, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra; poi mentre gli si inginocchiavano davanti, lo schernivano: «Salve, re dei Giudei!».

Dagli scritti di San Gabriele:
Contemplando questo Dio di amore tanto tormentato e deriso, con l’unico fine di farsi amare da noi, non puoi essere tanto sleale da negargli il tuo amore. L’amabile Signore sarebbe già morto sotto i tanti e così vari tormenti, ma egli per mostrarci la sua sete e il desiderio di patire per noi con la sua onnipotenza si sostiene in vita.

PREGHIAMO

Ti offriamo, Signore Gesù, in onore della tua crudele Coronazione di spine, e ti chiediamo, per questo mistero e per l’intercessione della tua santa Madre, un grande disprezzo del mondo.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
IV MISTERO DOLOROSO – GESÙ. SALE IL CALVARIO CARICO DELLA CROCE

Dal Vangelo di Matteo (Mt 27, 31-32)
Lo spogliarono del mantello, gli fecero indossare i suoi vestiti e lo portarono via per crocifiggerlo. Mentre uscivano, incontrarono un uomo di Cirene, chiamato Simone, e lo costrinsero a prendere su la croce di lui.

Dagli scritti di San Gabriele:
Gesù faceva veramente compassione mentre, dopo la condanna, portando la croce, si avvia al Calvario insieme agli altri condannati. Alcune donne nel guardarlo gli andavano vicino piangendo e si lamentavano di tanta crudeltà. Ma se queste piangevano chi può ridire il crepacuore della sua SS.ma Madre nell’incontrarlo?

PREGHIAMO

Ti offriamo, Signore Gesù, in onore della tua Salita al Calvario con la Croce, e ti chiediamo, per questo mistero e per l’intercessione della tua santa Madre, una grande pazienza per portare la nostra croce dietro di te ogni giorno della nostra vita.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
V MISTERO DOLOROSO – GESÙ È CROCIFISSO E MUORE SULLA CROCE

Dal Vangelo di Luca (Lc 23, 33-46)
Quando giunsero al luogo detto del Cranio, là crocifissero lui e i due malfattori, uno a destra l’altro a sinistra.
… Gesù, gridando a gran voce, disse: «Padre nelle tue mani consegno il mio spirito». Detto questo, spirò.

Dagli scritti di San Gabriele:
Con il peccato, o Gesù, ti diedi la morte, ma non per questo voglio disperare del tuo perdono. Quelle piaghe mi chiamano, quelle braccia stese m’invitano, quel Cuore ferito mi offre un sicuro rifugio.

PREGHIAMO

Ti offriamo, Signore Gesù, in onore della tua Crocifissione sul Calvario, e ti chiediamo, per questo mistero e per l’intercessione della tua santa Madre, un grande orrore del peccato, l’amore della Croce e una buona morte per noi e per quelli che sono ora in agonia.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
Salve, o Regina…
 
LITANIE…
 
Preghiamo
Concedi, o Signore,
a noi tuoi servi di vivere
in una continua salute
di corpo e di anima; e,
per l’intercessione della beata
Maria sempre vergine,
liberaci dalle angustie
della vita presente e fa’
che possiamo godere

le gioie della vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.
 Amen.
 
O santo dei giovani e di quanti cercano Dio
nella sincerità del loro cuore, insegnaci
a porre Dio al primo posto nella nostra vita.
 
Tu che lasciati il mondo, ove vivevi
Una vita tranquilla, serena ed allegra,
attratto da una speciale vocazione
alla vita consacrata, guida i nostri giovani a sentire
la voce di Dio e a consacrarsi
a Lui mediante scelte radicali di amore.
 
Tu, che alla scuola di San Paolo della Croce,
ti alimentasti alle sorgenti dell’Amore crocifisso
insegnaci ad amare Gesù, morto e risorto per noi,
come lo amasti tu con tutto il cuore.
 
Tu, che hai scelto la Vergine Addolorata,
come guida sicura verso il Calvario,
insegnaci ad accettare le prove della vita
con santa rassegnazione alla volontà di Dio.
 
O Gabriele della Vergine Addolorata,
che all’Isola del Gran Sasso
richiami fedeli e pellegrini di ogni parte del mondo,
porta a Cristo le anime smarrite, sfiduciate e senza Dio.
 
Con il tuo fascino spirituale,
con la tua giovanile e gioviale santità
indirizza le persone che hanno già intrapreso
la strada della perfetta carità
sulla via della vera unione con Dio
e del sincero amore verso ogni uomo di questo mondo.
Amen
 
Benedizione finale

Per intercessione
Maria SS.ma,
 di san Gabriele
dell’Addolorata e di tutti
gli angeli del cielo,
ci benedica
Dio Onnipotente, Padre
e Figlio e Spirito Santo.
Amen.

Benediciamo il Signore
Con la nostra vita
Rendiamo grazie a Dio
Nel nome del padre del figlio..
Amen.

Sia lodato Gesù e Maria
 
 

Santo Rosario: Misteri Gaudiosi con San Gabriele dell’Addolorata




MISTERI GAUDIOSI CON SAN GABRIELE

Da ragazzo torna a mulinare con insistenza per la testa un vecchio progetto, quello di consacrarsi totalmente a Dio nella vita religiosa. Una promessa già fatta la prima volta a dodici anni nel delirio di un febbrone e rinnovata di fronte ad ogni pericolo, scongiurato il quale la routine aveva sempre ripreso il sopravvento.
A rompere gli indugi si incarica la Madonna stessa durante la processione della sacra icona per le vie di Spoleto. E’ il 22 agosto 1856 e Gabriele, in ginocchio tra la folla, avverte che l’immagine si anima, gli occhi della Madonna diventano lame scintillanti e una voce risuona chiarissima nel cuore: “Ancora non capisci che questa vita non è fatta per te? Segui la tua vocazione“. Colpo fatale che mette fine a tutti i tentennamenti. Superando inenarrabili difficoltà, quindici giorni dopo è già nel noviziato dei passionisti a Morrovalle, in provincia di Macerata. Nessuno riuscì a trattenerlo. E da quell’istante fu tutta una corsa, una volata da internauta verso la meta.
“La mia vita è una continua gioia; la contentezza che provo dentro queste sacre mura è quasi indicibile; le 24 ore della giornata mi sembrano 24 brevi istanti; davvero la mia vita è piena di gioia“
 
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito
Santo.
Amen.

O Dio vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli
dei secoli. Amen. 

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo tutte le anime specialmente le più bisognose della Tua Misericordia.

Credo Apostolico
Padre Nostro
tre Ave Maria per la fede, la speranza, la carità
Gloria al Padre
 
MISTERI GAUDIOSI

I MISTERO GAUDIOSO : ANNUNCIAZIONE

Dal Vangelo (Lc. 1, 28-31-38)
L’Angelo entrando da Lei disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te… Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù…».
Allora Maria disse: «Eccomi sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto».

Dagli scritti di San Gabriele: Rispondi con il “fiat” all’annuncio dell’angelo, non volere la nostra rovina; mostraci amore e pietà.

PREGHIAMO

Per le nostre famiglie, perché la concordia e la dedizione reciproca non venga mai meno. Preghiamo anche per i nostri figli perché lo Spirito Santo li guidi in tutte le loro scelte e lungo tutto il loro cammino
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
 
II MISTERO GAUDIOSO : VISITAZIONE

Dal Vangelo di Luca (Lc 1, 39-41-43)
In quei giorni Maria si mise in viaggio… e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta… Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!…».

Dagli scritti di San Gabriele:
Hai servito a s. Elisabetta, e scegliesti sempre l’ultimo posto.
Confesso che non vi sia stata creatura che si sia umiliata più di te, e che nel mondo non vi può essere umiltà più grande della tua.

PREGHIAMO

Preghiamo per i nostri ammalati e per tutti coloro che soffrono nel corpo o nello spirito, perché non venga loro mai meno, né la speranza, né lo spirito di offerta a Dio di ogni loro sofferenza.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
III MISTERO GAUDIOSO – NATIVITÀ

Dal Vangelo di Luca (Lc 2, 4-7)
… Mentre si trovavano in quel luogo (Betlemme) si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo.

Dagli scritti di San Gabriele:
Gesù venga a nascere nei vostri cuori; Maria con le sue preghiere ve lo mantenga in eterno, e Giuseppe ed i santi Angeli e pastori gli tengano compagnia ed intercedano per voi. Che la sacra famiglia ci prenda sotto la sua protezione.

PREGHIAMO

Preghiamo per la pace nel mondo intero, per la pace nei nostri cuori perché solo attraverso il perdono che ognuno di noi deve sempre poter nutrire nel cuore, si può arrivare alla pace indicata da Gesù.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
IV MISTERO GAUDIOSO – PRESENTAZIONE AL TEMPIO

Dal Vangelo di Luca (Lc 2, 22)
Quando venne il tempo della loro purificazione, secondo la legge di Mosè, portarono il bambino (Gesù) a Gerusalemme per offrirlo al Signore, come è scritto nella legge del Signore…

Dagli scritti di San Gabriele:
Tenete fissi gli occhi in Gesù e Maria, e vedete se qualsiasi tribolazione può eguagliare le loro pene. Soffrite di buon cuore per essi e ve lo sapranno ben ricambiare. Hanno patito essi che erano il re e la regina del cielo, se son voluti entrare nel regno beato, come di se stesso disse Gesù Cristo, e non vorremmo noi patire, non dirò per essi, diciamo così, ma per il nostro bene?

PREGHIAMO

Preghiamo per tutti i defunti, in particolare per chi ha dovuto affrontare l’ultimo transito della vita in solitudine senza il conforto cristiano e una mano da stringere
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
V MISTERO GAUDIOSO – RITROVAMENTO DI GESU’ AL TEMPIO

Dal Vangelo di Luca (Lc 2, 41-46)
Quando egli ebbe dodici anni, salirono di nuovo (a Gerusalemme) secondo l’usanza: ma trascorsi i giorni di festa, mentre riprendevano la via del ritorno, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme senza che i genitori se ne accorgessero.
Dopo tre giorni lo trovarono nel Tempio seduto in mezzo ai dottori.

Dagli scritti di San Gabriele:
La mia vita è una continua gioia, i giorni, anzi, i mesi, passano rapidissimi, e troppo bene si sta al servizio di un Padrone e di una Padrona che giornalmente ripagano assai bene i servi, oltre la paga eterna che spero nella loro infinita misericordia vorranno concederci.

PREGHIAMO

Preghiamo per il Santo Padre, per il nostro Parroco, per la nostra Parrocchia e per tutte le persone che collaborano nelle diverse iniziative parrocchiali.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
Salve, o Regina…
 
LITANIE…
 
Preghiamo
Concedi, o Signore,
a noi tuoi servi di vivere
in una continua salute
di corpo e di anima; e,
per l’intercessione della beata
Maria sempre vergine,
liberaci dalle angustie
della vita presente e fa’
che possiamo godere
le gioie della vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.
 Amen.
 
O santo dei giovani e di quanti cercano Dio
nella sincerità del loro cuore, insegnaci
a porre Dio al primo posto nella nostra vita.
 
Tu che lasciati il mondo, ove vivevi
Una vita tranquilla, serena ed allegra,
attratto da una speciale vocazione
alla vita consacrata, guida i nostri giovani a sentire
la voce di Dio e a consacrarsi
a Lui mediante scelte radicali di amore.
 
Tu, che alla scuola di San Paolo della Croce,
ti alimentasti alle sorgenti dell’Amore crocifisso
insegnaci ad amare Gesù, morto e risorto per noi,
come lo amasti tu con tutto il cuore.
 
Tu, che hai scelto la Vergine Addolorata,
come guida sicura verso il Calvario,
insegnaci ad accettare le prove della vita
con santa rassegnazione alla volontà di Dio.
 
O Gabriele della Vergine Addolorata,
che all’Isola del Gran Sasso
richiami fedeli e pellegrini di ogni parte del mondo,
porta a Cristo le anime smarrite, sfiduciate e senza Dio.
 
Con il tuo fascino spirituale,
con la tua giovanile e gioviale santità
indirizza le persone che hanno già intrapreso
la strada della perfetta carità
sulla via della vera unione con Dio
e del sincero amore verso ogni uomo di questo mondo.
Amen
 
Benedizione finale

Per intercessione
Maria SS.ma,
 di san Gabriele
dell’Addolorata e di tutti
gli angeli del cielo,
ci benedica
Dio Onnipotente, Padre
e Figlio e Spirito Santo.
Amen.

Benediciamo il Signore
Con la nostra vita
Rendiamo grazie a Dio
Nel nome del padre del figlio..
Amen.

Sia lodato Gesù e Maria
 

segue link per scaricare il testo pdf  
 

Santo Rosario per l’Italia Misteri Dolorosi

Covid-19. Il 1° maggio l’affidamento a Maria


Covid-19. Il 1° maggio l’affidamento a Maria

Alle 21 il momento di preghiera organizzato dalla Cei nella basilica di Santa Maria del Fonte a Caravaggio, in diocesi di Cremona e provincia di Bergamo. Il sussidio per il Rosario meditato

Raccogliendo la proposta e la sollecitazione di tanti fedeli, la Conferenza episcopale italiana affida l’intero Paese alla protezione della Madre di Dio come segno di salvezza e di speranza.
Lo farà venerdì 1° Maggio, alle ore 21, con un momento di preghiera, nella basilica di Santa Maria del Fonte a Caravaggio (diocesi di Cremona, provincia di Bergamo)
La scelta della data e del luogo è estremamente simbolica. Maggio è, infatti, il mese tradizionalmente dedicato alla Madonna, tempo scandito dalla preghiera del Rosario, dai pellegrinaggi ai santuari, dal bisogno di rivolgersi con preghiere speciali all’intercessione della Vergine. Iniziare questo mese con l’Atto di Affidamento a Maria, nella situazione attuale, acquista un significato molto particolare per tutta l’Italia.
Il luogo, Caravaggio, situato nella diocesi di Cremona e provincia di Bergamo, racchiude in sé la sofferenza e il dolore vissuti in una terra duramente provata dall’emergenza sanitaria. Alla Madonna la Chiesa affida i malati, gli operatori sanitari e i medici, le famiglie, i defunti.
Il primo maggio, nella festa di San Giuseppe lavoratore, sposo di Maria Vergine, la Chiesa affida, in particolare, i lavoratori, consapevole delle preoccupazioni e dei timori con cui tanti guardano al futuro.
fonte Avvenire.it

segue pulsante per scaricare il testo diffuso dalla CEI per seguire il Santo Rosario

Santo Rosario BIMBI NON NATI


IL ROSARIO DEI NON NATI

La devozione al rosario ebbe inizio nel 13mo secolo. Mentre si medita sulla vita di Gesù, si recitano le preghiere che ci portano più vicini a Lui e a Sua Madre, Maria.

Durante il Rosario, diciamo il Gloria come “Tutta la Gloria al Padre al figlio…”

 e dopo ogni mistero preghiamo anche

 “Gesù, Proteggi e Salva i Non Nati“.
 
Queste sono le suppliche della Madonna.
 
1-Cominciate ad alzare i vostri rosari al Cielo dicendo:

Regina Celeste, con questo rosario uniamo tutti i peccatori di tutte le nazioni al Tuo Cuore Immacolato.

2- Fate il segno della Croce
Nel nome del Padre, e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

3) Recitate la seguente preghiera:

“Padre Celeste, durante questo periodo di crisi mondiale, permetti che tutte le anime trovino pace e sicurezza nella Tua Divina Volontà. Concedi ad ogni anima la grazia di capire che la Tua Volontà è l’Amore Santo nel momento presente.”
“Padre Benevolente, illumina ogni coscienza affinché si rendano conto che non stanno vivendo nella Tua Volontà. Concedi al mondo la grazia per cambiare ed il tempo per farlo. Amen.”

4- Ora recitate il Credo:

Credo in Dio, Padre onnipotente, Creatore del cielo e della terra ; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto. Discese agli inferi, il terzo giorno Risuscitò da morte, Sali in cielo, siede alla destra di Dio Padre Onnipotente: di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la Santa Chiesa Cattolica, la Comunione dei santi, la Remissione dei peccati, la Resurrezione della carne, la Vita eterna. Amen.

5- Continuate con le seguenti preghiere:

Un “Padre Nostro” secondo l’intenzione del Santo Padre.
– Tre “Ave Maria” per le virtu’ Fede, Speranza e Carità
– Un “Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo….”
 
6- DOPO OGNI MISTERO, RECITATE:

– Un “Padre Nostro”
– Dieci “Ave Maria”
– Un “Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo..”

– La giaculatoria di Fatima:

“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’ inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:

“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
MISTERI DEL ROSARIO

Misteri Gaudiosi

1 L’Annunciazione

Maria sentì confusione per il saluto dell’Angelo, tuttavia, si rallegrò per compiere la volontà di Dio. Preghiamo affinché quelli che stanno soffrendo con dolori o difficoltà durante le loro gravidanze possano ricevere la grazia della fede nella volontà di Dio.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo..

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
2 La Visitazione
Giovanni Battista sussultò di gioia nel ventre di sua madre. Preghiamo affinché la gente comprenda che l’aborto non riguarda bambini che “potrebbero” venire al mondo, bensì a bambini che “stanno già” nel mondo, vivendo e crescendo nel ventre delle loro madri, dove saranno privati di vita.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
3 La Nascita di Gesù
 
Dio Stesso nacque come un bambino. La grandezza di una persona non dipende dal volume del corpo. Il Re dei Re neonato nacque piccolo anche Lui. Preghiamo affinché la minaccia dell’aborto contro i Non-nati che non raggiungono la misura adeguata sia eliminata.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
4 La Presentazione

Il Bambino è presentato nel Tempio perché il Bambino appartiene a Dio. I bambini non appartengono né ai genitori né al governo. Loro e tutti noi, apparteniamo a Dio.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in 
Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
5 Gesù è trovato nel Tempio

Il Bambino Gesù era pieno di saggezza, perché Lui è Dio. Preghiamo affinché tutta la gente possa vedere la saggezza dei Suoi insegnamenti sulla dignità della vita, e possano comprendere che i Suoi insegnamenti non sono un’opinione, ma verità.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo..

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
Misteri Dolorosi

1 L’Agonia nell’Orto

Preghiamo per le madri e i genitori che sono in agonia per la tentazione d’abortire un Non-nato. Che possano ricevere la buona notizia che esistono alternative all’aborto, e che possano fare uso di tutta l’assistenza che e’ disponibile per loro.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo …

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
2 La Flagellazione

Come il Corpo di Cristo fu lacerato da istrumenti di flagellazione, i corpi dei bambini nel ventre delle loro madri, sono anch’essi lacerati da istrumenti usati dagli specialisti dell’aborto. Preghiamo affinché tutti i fautori dell’aborto si pentino e smettano di togliere la vita ai Non-nati.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo ..

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
3 L’Incoronazione di Spine

Gesù soffrì in silenzio il dolore delle spine che penetravano la sua testa. Preghiamo per i genitori dei bambini abortiti, e per tutti quelli che soffrono la pena, il dolore ed il pentimento d’avere preso quella irrevocabile decisione. Preghiamo pure per quelli che soffrono in silenzio, perché si lasciarono influenzare da altri che considerano l’aborto un avvenimento normale e privo d’importanza.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…
 
– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
4 La Croce a Spalla

Gesù non fu condannato per volere della gente malvagia. Lui fu condannato per il silenzio della gente buona. Il silenzio sempre aiuta l’oppressore, mai la vittima. Preghiamo affinché noi non rimaniamo mai in silenzio contro l’aborto, ma parliamo effettivamente per salvare i bambini dalla morte.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
5 La Crocifissione

Meditando sulla morte di Cristo, ricordiamo le molte donne che sono morte a causa degli aborti ritenuti” sicuri e legali.” Chiediamo perdono e misericordia per loro. Che la loro morte sia un segnale di salvezza per altre donne, affinché non commettano quel tragico errore.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padreal Figlio e allo Spirito Santo…
– La giaculatoria di Fatima:

“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
Misteri Luminosi

1 Il Battesimo di Cristo nel Giordano

Quando Gesù fu battezzato, la voce del Padre si senti con queste parole : “Questo è il mio amato Figlio in cui mi compiaccio.” Tutti siamo stati chiamati ad essere figli adottivi di Dio per mezzo del battesimo. Preghiamo affinché i bambini nel ventre delle loro madri siano protetti, e possano nascere ed essere benvenuti nella comunità Cristiana per mezzo del battesimo.
 
Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”

2 Cristo si rivela nelle nozze di Cana

Gesù rivelò la sua Gloria con il miracolo a Cana. La coppia di sposi fu benedetta non solo col vino, ma anche con la fede in Cristo. Preghiamo affinché i matrimoni siano fortificati, uniti nel Signore,
ed aperti al dono della nuova vita.
 
Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’ inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
3 Cristo proclama il Regno di Dio e richiama alla Conversione

“Pentitevi e credete nella Buona Novella.” Preghiamo affinché queste prime parole di Gesù, nel suo pubblico ministero, possano essere ascoltate da tutti quelli che hanno commesso aborti. Che sappiano che il Signore li chiama alla conversione ed al pentimento, come pure alla fede nella vita.
 
Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
4 La Trasfigurazione

Cristo è trasformato nel Monte, I discepoli vedono la sua Gloria. Che gli occhi di tutto il mondo, siano trasformati, e che possano vedere in ogni vita umana il riflesso della Gloria di Dio stesso.
 
Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”
 
– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
5 Gesù ci consegna l’Eucaristia
“Questo è il Mio Corpo, offerto in sacrificio per voi.” L’Eucaristia c’insegna come vivere e come amare. Preghiamo affinché i genitori di famiglia che sacrificano i propri bambini per soddisfare i loro interessi, imparino che il benessere dei loro bambini ha la precedenza su ogni interesse personale.
 
Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
Misteri Gloriosi


1 La Resurrezione
Cristo e’ resuscitato! Con la sua Resurrezione, Lui ha distrutto il potere della morte, e anche quello dell’aborto. Il risultato di questa battaglia per la Vita è stato già deciso: La Vita è vittoriosa! Preghiamo affinché tutti quelli che lottano per la vita possano estendere questa vittoria ad ogni angolo della nostra società.
 
Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
2 L’Ascensione

Ascendendo al Trono di Dio Padre, Cristo prende la nostra natura umana, nutrita nel ventre delle nostre madri, e la porta al più alto dei Cieli. Lui ci dimostra che gli esseri umani sono creati per essere elevati al Cielo e non per essere ridotti in rifiuti e scartati dai netturbini. Preghiamo affinché il mondo intero comprenda questa verità e respinga l’aborto.
 
Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
3 La Discesa dello Spirito Santo

Lo Spirito Santo è il Difensore: Lui prega per la nostra causa, poiché non possiamo salvarci noi stessi. Preghiamo affinché Lui ci trasformi in difensori dei bambini che non possono parlare o scrivere che non possono votare né protestare, né pregare.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’ inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
4. L’Assunzione
La Santa Vergine Maria fu assunta corpo ed anima al Cielo perché Lei è la Madre di Dio. Madre e Figlio sono riuniti. L’Assunzione ci ricorda che loro appartengono l’uno all’altro. Preghiamo affinché la società veda che non si può amare le donne mentre si uccidono i loro figli; e non può salvare i bambini se non si aiutano le loro madri. Preghiamo affinché la gente sia toccata in modo speciale dalla domanda che propone il diritto alla vita “Perché non possiamo amarli entrambi”?
Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…
– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”
– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
5 L’Incoronazione

Santa Maria è la Regina dell’Universo. Lei è la creatura più grande, seconda solo allo stesso Dio. La Chiesa difende la dignità della donna. Preghiamo affinché la gente comprenda che essere pro vita significa essere pro-donna, e che essere pro-donna esige essere pro-vita.

Padre Nostro… Dieci volte l’Ave Maria… Tutta Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo…

– La giaculatoria di Fatima:
“O mio Gesù, perdona i nostri peccati, salvaci dalle pene dell’inferno, accogli tutte le anime in Paradiso, specialmente quelle che hanno più bisogno della Tua Misericordia.”

– La giaculatoria dei Non-nati:
“Gesù, proteggi e salva i Non-nati”
 
7- PREGHIERE DOPO IL ROSARIO :

Salve Regina, Madre di Misericordia, vita dolcezza e speranza nostra, salve. A Te ricorriamo, esuli figli di Eva; a Te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.
 
Prega per noi, Santa Madre di Dio, perchè siamo resi degni delle promesse di Cristo.

Offriamo le seguenti preghiere per le intenzioni del Santo Padre e le necessità della Santa Chiesa:

*Padre Nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo Nome, venga il tuo Regno, sia fatta la tua Volontà come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano e rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori, non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen
 
*Ave, o Maria, piena di grazia, il Signore è con te, tu sei benedetta fra le donne e benedetto e il frutto del tuo seno, Gesù
 Santa Maria, Madre de Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ ora della nostra morte. Amen.
 
Tutta Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio e ora e sempre, nei secoli dei secoli. Amen.
 
Santa Maria, Madre del Figlio di Dio, Vergine Purissima durante il parto; nelle tue mani raccomandiamo la nostra speranza affinché c’incoraggi; piena sei di grazia; il Signore è con te; Tu sei benedetta fra tutte le donne, e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi, peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.
 
Santa Maria, Sposa dello Spirito Santo, Vergine Pura dopo il parto; nelle tue mani raccomandiamo la nostra carità affinché l’infiammi, le nostre anime affinché le salvi e le nostre sofferenze affinché le consoli; piena di grazia; il Signore è con te; Tu sei benedetta tra tutte le donne, e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù.

Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi, peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.
 
Dio ti benedica, Santa Maria, Tempio, Trono e Sacrario della Santa Trinità, Vergine Concepita senza peccato originale.
 
Oh Maria, Madre di Gesù e Madre nostra, a Te ci rivolgiamo in questo giorno, poiché Tu fosti quella che disse “Si” alla vita. “Concepirai e darai alla luce un Figlio”, disse l’angelo. Senza dare importanza alla sorpresa e all’incertezza che questo ti avrebbe causato, Tu dicesti “Si.” “Sia fatto di me secondo la tua parola.”
 
Santa Maria, preghiamo oggi per tutte le madri che hanno paura di essere madri. Preghiamo per tutte quelle che si sentono minacciate ed oppresse dalle loro gravidanze. Intercedi per esse, affinché Dio conceda loro la grazia di poter dire “si”, ed il valore di portare a pienezza la loro gravidanza. Che ricevano la grazia di respingere la falsa soluzione dell’aborto. Che possano dire, come Te, “Che sia fatto di me secondo la Tua Parola.” Che possano vivere e sentire l’aiuto di tutti i Cristiani e sappiano che la pace viene facendo la volontà di Dio.
 
 
8) LITANIE IN RISPOSTA ALL’ABORTO :
V: Signore, abbi pietà di noi.                                                                                         R: Signore, abbi pietà di noi.
V: Cristo, abbi pietà di noi.                                                                                             R: Cristo, abbi pietà di noi.
V: Signore, abbi pietà di noi.                                                                                           R: Signore, abbi pietà di noi.
 
V: Cristo, esaudiscici.                                                                                                         R: Cristo, esaudiscici.
V: Cristo, ascoltaci.                                                                                                               R: Cristo, ascoltaci.
 Ora tutti ripetono:                                    R: Abbi pietà di noi
 
V: Padre, Creatore del mondo
R: Abbi pietà di noi
V: Dio Figlio per chi tutto fu creato

R: Abbi pietà di noi
V: Dio Spirito Santo, Signore e Datore di Vita
R: Abbi pietà di noi
V: Signore Gesù, Principio e Fine
R: Abbi pietà di noi
V: Signore Gesù, Strada, Verità, e Vita
R: Abbi pietà di noi
V: Signore Gesù, Resurrezione e Vita
R: Abbi pietà di noi
V: Signore Gesù, Parola Eterna di Vita
R: Abbi pietà di noi
V: Signore Gesù, che abitasti nel ventre di Maria Vergine
R: Abbi pietà di noi
V: Signore Gesù, Tu che ami i poveri ed i V: deboli
R: Abbi pietà di noi
V: Signore Gesù, Difensore degli indifesi
R: Abbi pietà di noi
V: Signore Gesù, Pane di Vita
R: Abbi pietà di noi
V: Per ogni peccato commesso contro la vita.
R: Abbi pietà di noi
V: Per il peccato dell’aborto
R: Abbi pietà di noi
V: Per l’assassinio giornaliero dei bambini innocenti
R: Abbi pietà di noi
V: Per lo spargimento di sangue in tutta la nostra nazione
R: Abbi pietà di noi
V: Per il clamore silenzioso dei tutti i Tuoi figli
R: Abbi pietà di noi
V: Per l’assassinio dei tuoi futuri discepoli
R: Abbi pietà di noi
V: Per l’abuso delle donne per l’aborto
R: Abbi pietà di noi
Per il silenzio della Tua gente
R: Abbi pietà di noi
Per l’indifferenza della Tua gente
R: Abbi pietà di noi
Per la cooperazione della Tua gente in questa tragedia
R: Abbi pietà di noi
 
V: Ora rispondiamo:        SIGNORE, RISPONDI ALLA NOSTRA SUPPLICA.
 
V: Per i nostri fratelli e sorelle non nati che sono assassinati nell’ aborto
R: SIGNORE… RISPONDI ALLA NOSTRA SUPPLICA.
V: Per i fratelli e sorelle non ancora nati in pericolo d’ aborto
R: SIGNORE…
V: Per i nostri fratelli e sorelle che sono sopravvissuti all’aborto
R: SIGNORE…
V: Per le Madri che hanno avuto aborti
R: SIGNORE…
V: Per le Madri che soffrono la tentazione di avere un aborto
R: SIGNORE…
V: Per le Madri che sentono la pressione di avere un aborto
R: SIGNORE…
V: Per le Madri che hanno respinto l’aborto
R: SIGNORE…
V: Per i Genitori dei bambini abortiti
R: SIGNORE…
V: Per le famiglie dei bambini abortiti
R: SIGNORE…
V: Per le famiglie che sono state tentate per avere un aborto
R: SIGNORE…
V: Per gli abortisti
R: SIGNORE…
V: Per quelli che assistono e cooperano negli aborti
R: SIGNORE…
V: Per i dottori e le infermiere che possano coltivare la vita
R: SIGNORE…
V: Per i capi di governo che possano difendere la vita
R: SIGNORE…
V: Per il clero che possa parlare a beneficio della vita
R: SIGNORE…
V: Per il movimento pro-vita
R: SIGNORE…
V: Per tutti quelli che parlano, scrivono e lavorano per eliminare l’aborto
R: SIGNORE…
V: Per tutti quelli che aiutano a provvedere alternative all’aborto
R: SIGNORE…
V: Per tutti quelli che promuovono l’adozione
R: SIGNORE…
V: Per i gruppi pro-vita nazionali e locali
R: SIGNORE…
V: Per l’unità nel movimento pro-vita
R: SIGNORE…
V: Per il valore e la perseveranza del lavoro pro-vita
R: SIGNORE…
V: Per chi soffre il rifiuto e lo scherno a causa della sua posizione a beneficio della vita       
 SIGNORE…
V: Per quelli che sono stati fermati per difendere la vita
R: SIGNORE…
V: Per quelli che sono stati maltrattati e feriti per difendere la vita
R: SIGNORE…
V: Per i professionisti di leggi
R: SIGNORE…
V: Per i giudici e le corti
R: SIGNORE…
V: Per i poliziotti
R: SIGNORE…
V: Per gli educatori
R: SIGNORE…
V: Per i professionisti dei mezzi di comunicazione
R: SIGNORE…

V: Ora rispondiamo:      Ti Ringraziamo Signore.

V: per i bambini salvati dall’aborto
R: Ti Ringraziamo Signore.
V: per le madri salvate e guarite dell’aborto
R: Ti Ringraziamo Signore.
V: per quelli che prima appoggiavano l’aborto ed ora difendono la vita Signore.
  R: Ti Ringraziamo Signore.
V: per tutti quelli che si oppongono all’aborto
R: Ti Ringraziamo Signore.
V: per la chiamata a fare parte del movimento pro-vita
R: Ti Ringraziamo Signore.

SIGNORE, RISPONDI ALLE NOSTRE SUPPLICHE.
V: Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
R: Salvaci, Signore.
V: Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
R: Ascoltaci, Signore.
V: Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
R: Abbi Pietà e Misericordia di noi.

Sotto il tuo manto ci rifugiamo Santa Madre di Dio, accogli le suppliche che ti rivolgiamo nelle nostre necessità, liberaci da tutti i pericoli, Oh Vergine Gloriosa e Santa! Prega per noi Santa Madre di Dio, affinché siamo degni di meritare le promesse di Cristo. Amen.
 
Preghiamo, Dio Onnipotente. Tu hai creato tutto per mezzo di Tuo Figlio Gesù Cristo. Lui vinse il potere della morte per mezzo del Suo Mistero Pasquale. Preghiamo che tutti quelli che professano di essere Cristiani, promuovano la Santità della Vita e che ti servano fedelmente, per Nostro Signore Gesù Cristo Amen.
 
Ave Maria Purissima, concepita senza peccato.
 
Nel Nome del Padre, e del Figlio, e dello Spirito Santo. Amen.

Santo Rosario Misteri Luminosi con i pensieri di Sant’Agostino



MISTERI DELLA LUCE  

Imparare Cristo da Maria!
“Passando dall’infanzia e dalla vita di Nazareth alla vita pubblica di Gesù, la contemplazione ci porta su quei misteri che si possono chiamare, a titolo speciale, «mi-steri della luce». In realtà, è tutto il mistero di Cristo che è luce… Ognuno di questi mi-steri è rivelazione del Regno […].
In questi misteri, tranne che a Cana, la presenza di Maria rimane sullo sfondo… Ma la funzione che svolge a Cana accompagna, in qualche modo, tutto il cammino di Cristo. […] La grande ammonizione ma-terna che Ella rivolge alla Chiesa di tutti i tempi: «Fate quello che vi dirà» (Gv2,5), ben introduce parole e segni di Cristo durante la vita pubblica, costituendo lo sfondo mariano di tutti i «misteri della luce»” (RVM 21).
 
INTRODUZIONE ALLA PREGHIERA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito
Santo.
Amen.

O Dio vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli
dei secoli.
Amen.
 
Primo mistero della Luce: Il Battesimo di Gesù al Giordano

“In quei giorni Gesù fu battezzato da Giovanni nel Giordano. Uscendo dall’acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere su di lui come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto»” (Mc 1, 9-11).

“E mistero di luce il Battesimo al Giordano. Qui, mentre Cristo scende, quale innocente che si fa «peccato» per noi, nell’acqua del fiume, il cielo si apre e la voce del Padre lo proclama Figlio diletto, mentre lo Spirito scende su di lui…” (RVM 21).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO  «noi giudichiamo la nostra conoscenza mediante la verità, ma non possiamo mai sottoporre a giudizio la stessa verità» (De libero arbitrio II, 13, 34). Ma il riconoscimento di tale eccellenza della verità rispetto a noi conduce necessariamente a Dio, «perché se c’è qualcosa di più elevato della verità, allora è quella cosa che è Dio, ma se invece non c’è nulla di più nobile, allora è la verità stessa ad essere Dio»
 
PREGHIAMO.

O Maria, fa’ che vediamo in Gesù il Figlio del Padre, venuto a lavarci dai nostri peccati per mezzo del Battesimo e a farci vivere da veri figli di Dio.
Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
“Gesù mio…”
 
Secondo mistero della Luce: Gesù si rivela alle nozze di Cana

“Venuto a mancare il vino, la Madre di Gesù gli disse: «Non hanno più vino». Poi disse ai servi: «Fate quello che Egli vi dirà». Gesù diede inizio così ai suoi miracoli in Cana di Galilea, manifestò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in Lui” (Gv 2,1).

 “Mistero di luce è l’inizio dei segni a Cana, quando Cristo, cambiando l’acqua in vino, apre alla fede il cuore dei discepoli grazie all’intervento di Maria…” (RVM 21).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO  Per quale ragione fu detto: Tu sei il solo che compi meraviglie, se non perché quando egli vuole operare non ha bisogno dell’uomo? L’uomo, invece, quando opera, ha bisogno di Dio. Egli solo ha compiuto meraviglie.
 
PREGHIAMO.

O Maria, che continui a ripetere anche a noi: “Fate quello che Gesù vi dice”, ottienici una fede viva in lui, per mettere in pratica volentieri ogni sua Parola e giungere così a costituire fra noi una comunità di fratelli. 
Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
 “Gesù mio…”
 
Terzo mistero della Luce: annuncia il regno di Dio

“Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il Vangelo di Dio e diceva: « Il tempo è compiuto e il Regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo»” (Mc 1,14-15).

 “Mistero di luce è la predicazione con la quale Gesù annuncia l’avvento del Regno di Dio e invita alla conversione, rimettendo i peccati di chi si accosta a lui con umile fiducia” (RVM21).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO  Volgetevi alla preghiera, peccatori! Confessate i vostri peccati, supplicate affinché siano rimossi, implorate che abbiano termine, scongiurate che appunto essi vengano meno intanto che voi progredite; tuttavia non cessate di sperare e, da peccatori, pregate. 

PREGHIAMO.

O Maria, disponi il nostro cuore a vivere in una continua conversione verso Gesù ed il suo messaggio; ed insieme rendici pronti a trasmetterlo agli altri con l’esempio e la parola, affinché tutti possano gustare la gioia del suo perdono.
 Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
 “Gesù mio…”
 
Quarto mistero della Luce: La trasfigurazione di Gesù sul Tabor

“Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro: il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce… Ed ecco una voce che diceva: «Questi è il Figlio mio prediletto nel quale mi sono compiaciuto. Ascoltatelo»” (Mt 17,1-2).

 “Mistero della luce per eccellenza è poi la Trasfigurazione. La gloria della Divinità sfolgora sul volto di Cristo, mentre il Padre lo accredita agli Apostoli estasiati perché lo ascoltino […]” (RVM 21).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO “Tu sostieni di vivere con Dio e poi cammini nelle tenebre. Ma Dio è luce e in lui non ci sono tenebre. Come è possibile una convivenza tra luce e tenebre? Ognuno perciò dica: Che posso fare? Come sarò luce io che vivo nei peccati e nelle iniquità? Subentrano allora la tristezza e la disperazione. Non v’è salvezza fuor che nell’unione con Dio”.
 
PREGHIAMO.

O Maria, insegnaci a contemplare Gesù trasfigurato ed avvolto dallo splendore della sua divinità.
Pater, 10Ave Maria, Gloria al Padre
“Gesù mio…”
 
Quinto mistero della Luce: Gesù istituisce l’Eucaristia

“Ora, mentre essi mangiavano, Gesù prese il pane e, pronunziata la benedizione, lo spezzò e lo diede ai discepoli dicendo: «Prendete e mangiate; questo è il mio corpo». Poi prese il calice e, dopo aver reso grazie, lo diede loro dicendo: «Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue dell’al-leanza, versato per molti…»” (Mt 26, 26).

“Mistero di luce è l’Eucaristia, nella quale Cristo si fa nutrimento con il suo Corpo e il suo Sangue sotto i segni del pane e del vino, testimoniando “sino alla fine” il suo amore per l’umanità” (RVM 21).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO  Dimorando presso il Padre, egli è la verità e la vita; rivestendosi di carne, è diventato la via. Non ti è detto: sforzati di cercare la via per giungere alla verità e alla vita; non ti è stato detto questo. Pigro, alzati! La via stessa è venuta a te e ti ha scosso dal sonno;

PREGHIAMO.
O Maria, ottienici di fare della nostra vita, un dono generoso ed un sostegno incrollabile per tanti fratelli.
Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
 “Gesù mio…”  
 
Salve Regina…
 
Litanie

PREGHIAMO
O Dio, il tuo unico Figlio ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione; a noi che, con il santo Rosario della Beata Vergine Maria, abbiamo meditato questi misteri concedi di imitare ciò che essi contengono e di raggiungere ciò che promettono. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Dopo esserci lasciati guidare da Maria nella meditazione sui misteri della Luce, ci rivolgiamo con fiducia a Sant’Agostino, chiedendo forza per questo momento e invocando la fine di questa prova

O grande Agostino, nostro padre e maestro, conoscitore dei luminosi sentieri di Dio ed anche delle tortuose vie degli uomini, noi ammiriamo le meraviglie che la Grazia divina ha operato in te, rendendoti appassionato testimone della verità e del bene, a servizio dei fratelli.
All’inizio di un nuovo millennio segnato dalla croce di Cristo, insegnaci a leggere la storia nella luce della Provvidenza divina, che guida gli eventi verso l’incontro definitivo col Padre. Orientaci verso mete di pace, alimentando nel nostro cuore il tuo stesso anelito per quei valori sui quali è possibile costruire, con la forza che proviene da Dio, la “città” a misura dell’uomo.
La profonda dottrina, che con studio amoroso e paziente hai attinto alle sorgenti sempre vive della Scrittura, illumini quanti sono oggi tentati da alienanti miraggi. Ottieni loro il coraggio di intraprendere il cammino verso quell’ “uomo interiore” nel quale è in attesa Colui che, solo, può dare pace al nostro cuore inquieto.
Tanti nostri contemporanei sembrano aver smarrito la speranza di poter giungere, tra le molte contrastanti ideologie, alla verità, di cui tuttavia il loro intimo conserva la struggente nostalgia. Insegna loro a non desistere mai dalla ricerca, nella certezza che, alla fine, la loro fatica sarà premiata dall’incontro appagante con quella Verità suprema che è sorgente di ogni verità creata.
Infine, o Sant’Agostino, trasmetti anche a noi una scintilla di quell’ardente amore per la Chiesa, la Cattolica madre dei santi, che ha sostenuto ed animato le fatiche del tuo lungo ministero. Fa’ che, camminando insieme sotto la guida dei legittimi Pastori, giungiamo alla gloria della Patria celeste, ove, con tutti i Beati, potremo unirci al cantico nuovo dell’alleluia senza fine. Amen.
 
di Giovanni Paolo II

Santo Rosario: Misteri Gloriosi con San Gabriele dell’Addolorata



MISTERI GLORIOSI CON SAN GABRIELE DELL’ADDOLORATA

San Gabriele dell’Addolorata, il santo del sorriso e della missione corredentrice di Maria, ebbe un percorso di vita simile a quello di tanti giovani, prima di comprendere la caducità delle cose terrene e dedicarsi a quelle eterne.
San Gabriele dell’Addolorata fin da bambino recitava ogni giorno con fervore il rosario. Nelle sue lettere esortava i familiari a pregare ogni giorno la Vergine Maria, specialmente con la recita del Rosario , per essere benedetti dal Signore e per riuscire a fare sempre la sua divina volontà.
 La scelta della vita religiosa è radicale fin dall’inizio: si butta anima e corpo, da innamorato, per sempre. Ha trovato finalmente la pace del cuore e la felicità. Non gli fanno certo paura le lunghe ore di preghiera, le penitenze e i digiuni, perché ha trovato quello che cercava: Dio che gli riempie il cuore di gioia. Lo scrive subito al papà: “La mia vita è una continua gioia…La contentezza che io provo è quasi indicibile… Non cambierei un quarto d’ora di questa vita” 
Con questa stessa gioia noi questa sera ci uniremo in preghiera con l’italia ed il mondo per chiedere al Signore la fine di questa pandemia e delle crisi economiche degli stati del mondo.

San Gabriele tu che hai tanto amato la Santa Madre di Gesù ti chiediamo di intercedere per le nostre suppliche.

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito
Santo.
Amen.

O Dio vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli
dei secoli. Amen. 

Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo tutte le anime specialmente le più bisognose della Tua Misericordia.

Credo Apostolico

Padre Nostro

tre Ave Maria per la fede, la speranza, la carità

Gloria al Padre
 
MISTERI GLORIOSI

1. Gesù risorge da morte

Dal Vangelo: «… Voi cercate Gesù Nazzareno, il Crocifisso. E’ risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano deposto. Ora andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro che egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto».
(Mc. 16, 6-8)

Dagli scritti di San Gabriele: Gesù, dopo tre ore di agonia, chinando la fronte consegna al Padre la sua anima. Egli ci apre così le porte del Paradiso che erano chiuse in eterno; ci prepara il celeste regno in cui gioiremo in eterno.

PREGHIAMO
Preghiamo per coloro che perseguitano i cristiani e per coloro che sono perseguitati.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
2. Gesù ascende al cielo

Dal Vangelo: Poi li condusse fuori verso Betania e, alzate le mani, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e fu portato verso il Cielo. Ed essi, dopo averlo adorato, tornarono a Gerusalemme con grande gioia.
(Lc. 24, 50-53)

Dagli scritti di San Gabriele: Quello che rende giocondo, dolce e soave il giogo del Signore, è la speranza che da un giorno all’altro, sciolto questo misero corpo, senza l’angoscioso pensiero o di roba o di figli o di altro che si lascia, si passerà a godere Iddio per una interminabile eternità.

PREGHIAMO
Per la crisi economica: possa trovare soluzione nell’impegno onesto dei responsabili del Paese e per l’assistenza straordinaria della Vergine Maria.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
3.    Lo Spirito Santo discende su Maria e gli apostoli

Dagli Atti degli Apostoli: Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d’esprimersi.
(Atti 2, 3-4)

Dagli scritti di San Gabriele: Credo, o Madre mia, che solo tu adempisti perfettamente il precetto di amare Dio con tutto il cuore, con tutta la mente e con tutta la volontà; fin dal primo istante del tuo concepimento hai amato Dio più di tutti gli uomini.

PREGHIAMO
Per l’unità della famiglia: ne venga rispettata la natura, ne venga riconosciuto e tutelato il ruolo sociale.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
4.   Maria è assunta in cielo

Dal Magistero della Chiesa: Assunta in cielo, Maria, non ha deposto la missione di salvezza, ma con la sua molteplice intercessione continua a ottenerci i doni della salvezza eterna.    (Lumen Gentium 62)

Dagli scritti di San Gabriele: Nel punto della morte i veri amanti di Maria si consolano, con pace si separano dai congiunti e dal mondo; essi pensano che vanno a possedere in realtà l’oggetto dei loro puri amori, e che in eterno saranno felici alla sua presenza.
PREGHIAMO

Per i malati ed i loro familiari che la Vergine Maria sii loro di conforto.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
5.    Maria è incoronata regina dell’universo

Dall’Apocalisse: Nel Cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul capo una corona di dodici stelle.
(Ap. 12, 1)

Dagli scritti di San Gabriele:  Maria è amabile, fedele e costante; non si fa mai vincere in amore ma resta sempre superiore. Nei pericoli subito accorre a liberarti, ti consola se sei afflitto, ti solleva se sei malato, ti soccorre se sei nel bisogno.
Solo che Maria veda un cuore che desidera amarla ed essa subito interviene e gli apre il seno delle sue misericordie, lo consola e perfino lo serve accompagnandolo in questo breve tempo che viaggia per l’eternità.
PREGHIAMO

Per il Papa e i pastori della Chiesa: siano sempre fedeli e saldi nel compiere la volontà di Dio nel loro ministero.
Padre nostro,… 10 Ave Maria… Gloria…
Gesù mio…
 
 
Salve, o Regina…
 
LITANIE…
 
Preghiamo
Concedi, o Signore,
a noi tuoi servi di vivere
in una continua salute
di corpo e di anima; e,
per l’intercessione della beata
Maria sempre vergine,
liberaci dalle angustie
della vita presente e fa’
che possiamo godere
le gioie della vita eterna.
Per Cristo nostro Signore.
 Amen.
 
O santo dei giovani e di quanti cercano Dio
nella sincerità del loro cuore, insegnaci
a porre Dio al primo posto nella nostra vita.
 
Tu che lasciati il mondo, ove vivevi
Una vita tranquilla, serena ed allegra,
attratto da una speciale vocazione
alla vita consacrata, guida i nostri giovani a sentire
la voce di Dio e a consacrarsi
a Lui mediante scelte radicali di amore.
 
Tu, che alla scuola di San Paolo della Croce,
ti alimentasti alle sorgenti dell’Amore crocifisso
insegnaci ad amare Gesù, morto e risorto per noi,
come lo amasti tu con tutto il cuore.
 
Tu, che hai scelto la Vergine Addolorata,
come guida sicura verso il Calvario,
insegnaci ad accettare le prove della vita
con santa rassegnazione alla volontà di Dio.
 
O Gabriele della Vergine Addolorata,
che all’Isola del Gran Sasso
richiami fedeli e pellegrini di ogni parte del mondo,
porta a Cristo le anime smarrite, sfiduciate e senza Dio.
 
Con il tuo fascino spirituale,
con la tua giovanile e gioviale santità
indirizza le persone che hanno già intrapreso
la strada della perfetta carità
sulla via della vera unione con Dio
e del sincero amore verso ogni uomo di questo mondo.
Amen
 
 
 
Benedizione finale
Per intercessione
della Vergine Madre di Dio,
Maria SS.ma, di san Gabriele
dell’Addolorata e di tutti
gli angeli del cielo, ci benedica
Dio Onnipotente, Padre
e Figlio e Spirito Santo.
Amen.
 
 
LE 15 PROMESSE DELLA MADONNA PER CHI RECITA GIORNALMENTE IL ROSARIO INTERO,
TUTTI E 20 I MISTERI:
 
1. Coloro che mi serviranno con costanza recitando il Rosario riceveranno qualche grazia speciale.
 
2. A tutti quelli che reciteranno con devozione il mio Rosario prometto la mia protezione speciale e grandi grazie.
 
3. Il Rosario sarà un’arma potentissima contro l’inferno, eliminerà i vizi, libererà dal peccato, distruggerà le eresie.
 
4. Farà rifiorire le virtù e le opere sante, otterrà alle anime abbondantissime misericordie da Dio; trarrà i cuori degli uomini dal vano amore del mondo all’amore di Dio e li eleverà al desiderio delle cose eterne. Oh! quante anime si santificheranno con questo mezzo!
 
5. L’anima che si affida a me col Rosario non perirà.
 
6. Chiunque reciterà il Rosario con devozione con la meditazione dei misteri non sarà oppresso da disgrazie, non sperimenterà l’ira di Dio, non morirà di morte improvvisa, ma si convertirà se peccatore; se invece giusto, persevererà in grazia e sarà giudicato degno della vita eterna.
 
7. I veri devoti del mio Rosario non moriranno senza i Sacramenti.
 
8. Voglio che coloro che recitano il mio Rosario abbiano in vita e in morte la luce e la pienezza delle grazie; partecipino in vita e in morte dei meriti dei beati.
 
9. Libero ogni giorno dal purgatorio le anime devote del mio Rosario.
 
10. I veri figli del mio Rosario godranno di una grande gloria in cielo.
 
11. Qualunque cosa chiederai col Rosario la otterrai.
 
12. Soccorrerò in ogni loro necessità coloro che diffonderanno il mio Rosario.
 
13. Ho ottenuto da mio Figlio che gli iscritti alla Confraternita del Rosario possano avere per confratelli in vita e in morte tutti i santi del cielo.
 
14. Coloro che recitano il mio Rosario sono miei figli e fratelli di Gesù Cristo, mio unigenito.
 
15. La devozione al mio Rosario è un grande segno di predestinazione.

Santo Rosario Misteri Gaudiosi con i pensieri di Sant’Agostino

MISTERI DELLA GIOIA

Ricordare Cristo con Maria!

“Meditare i misteri «gaudiosi» significa en-trare nelle motivazioni ultime e nel significato profondo della gioia cristiana. Significa fissare lo sguardo sulla concretezza del mi-stero dell’Incarnazione e sull’oscuro preannuncio del mistero del dolore salvifico. Maria ci conduce ad apprendere il segreto della gioia cristiana, ricordandoci che il Cristianesimo è innanzitutto evangelizzazione, «buona notizia», che ha il suo centro, anzi il suo stesso contenuto, nella persona di Cristo, il Verbo fatto carne, unico Salvatore del mondo” (RVM 20).

INTRODUZIONE ALLA PREGHIERA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito

Santo.

Amen.

O Dio vieni a salvarmi.

Signore, vieni presto in mio aiuto.

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.

Come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli

dei secoli.

Amen.

Primo mistero della Gioia: L’Annunciazione dell’Angelo a Maria Vergine

“L’angelo Gabriele entrò da Maria e le disse: «Ti saluto, o piena di grazia. Il Signore è con te… Darai alla luce un Figlio, che chiamerai Gesù…». Maria rispose: “Ecco la serva del Signore: avvenga di me secondo la tua Parola” – (Lc 1, 28-38).

“A questo annuncio approda tutta la storia della salvezza, anzi, in certo modo, la storia stessa del mondo, che in qualche modo è raggiunto dal divino favore con cui il Padre si china su Maria per renderla Madre del suo Figlio” (RVM 20).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO: Questa sposa, tua compagna di quell’ignoto cammino che è la vita, amala e difendila, poiché domani ti potrà essere di rifugio. E sii sincero giovane amico, se l’amore sarà forte ogni destino vi farà sorridere. Amala come il sole che invochi al mattino. Rispettala come un fiore che aspetta la luce dell’amore. Sii questo per lei, e poiché questo deve essere lei per te, ringraziate insieme Dio, che vi ha concesso la grazia più luminosa della vita!

PREGHIAMO.

Vergine santa, aiutaci ad accogliere la Parola di Dio come te, con fede e disponibilità.

Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre

 “Gesù mio…”

Secondo mistero della Gioia: La visita di Maria alla cugina Elisabetta

“In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta” (Lc 1, s9-40).

“All’insegna dell’esultanza è la scena dell’incontro con Elisabetta, dove la voce stessa di Maria e la presenza di Cristo nel suo grembo fanno ‘sussultare di gioia Giovarmi (cf. Le 1, 44)” (RVM 20).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO Dalla sua pienezza abbiamo ricevuto grazia su grazia. Quale grazia abbiamo ricevuto dapprima? La fede. Conseguita la grazia della fede, in virtù della fede sarai giusto. E, vivendo della fede, ti guadagnerai il favore di Dio; ed essendoti guadagnato il favore di Dio vivendo di fede, riceverai in premio l’immortalità e la vita eterna. E anche questa è grazia.

 PREGHIAMO.

Vergine benedetta, ottienici di portare Cristo ai fratelli, attraverso la testimonianza della nostra fede e della nostra carità.

 Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre

 “Gesù mio…”

 Terzo mistero della Gioia: La nascita di Gesù nella grotta di Betlemme

“Ora, mentre essi si trovavano là, giunse per lei il tempo di partorire. Ed essa partorì il suo Figlio primogenito. L’avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia, perché per loro non vi era posto nell’albergo” (Lc 2,6-7).

“Soffusa di letizia è la scena di Betlemme, in cui la nascita del Bimbo divino, il Salvatore del mondo, è cantata dagli angeli e an-nunciata ai pastori proprio come ‘una grande gioia’ (Lc 2,10)” (RVM 20).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO  La grazia e la verità di Dio, di cui il Figlio unigenito, il Signore e salvatore nostro Gesù Cristo, è apparso pieno alla vista dei santi, caratterizzano il Nuovo Testamento distinguendolo dall’Antico. Prestate dunque attenzione, affinché Dio mi conceda tutto ciò di cui sono capace, e conceda a voi di accogliere tutto ciò di cui siete capaci.

PREGHIAMO.

Vergine purissima, ottienici un cuore capace di accogliere, noi pure, il Cri-sto, nostra unica “via, verità e vita”(Gv 14, 6).

 Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre

 “Gesù mio…”

Quarto mistero della Gioia: La presentazione di Gesù al Tempio

“Quando furono giunti i giorni della purificazione, secondo la Legge, lo portarono a Gerusalemme per offrirlo al Signore” (Lc 2, 22).

“La presentazione al Tempio mentre esprime la gioia della consacrazione e immerge nell’estasi il vecchio Simeone, registra anche la profezia del ‘segno di contraddizione’ che il Bimbo sarà per Israele e della spada

che trafiggerà l’anima della Madre (cf. Lc 2, a4-3s)” (RVM 20).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO Siamo cristiani. E se siamo cristiani – il nome stesso lo dice – apparteniamo a Cristo. Portiamo sulla fronte il suo segno, e non ce ne vergogniamo se lo portiamo anche nel cuore. Il segno di Cristo è la sua umiltà. I Magi lo riconobbero per mezzo di una stella (cf. Mt 2, 2): era il segno dato per riconoscere il Signore, segno celeste e glorioso. Ma egli volle che il suo segno sulla fronte dei fedeli fosse non una stella ma la sua croce. 

PREGHIAMO.

Vergine misericordiosa, aiutaci a caricarci, come te e come Gesù, delle gioie e delle sofferenze degli altri.

Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre

 “Gesù mio…”

 Quinto mistero della Gioia: Il ritrovamento di Gesù nel Tempio

“E quando Egli ebbe dodici anni […] men-tre essi se ne ritornavano a casa, il fanciullo Gesù rimase a Gerusalemme. […] Lo ritrovarono dopo tre giorni mentre disputava nel Tempio con i dottori” (Lc 2, 42- 46).

“Gesù qui appare nella sua divina sapienza, mentre ascolta ed interroga […]. La rivela-zione del suo mistero di Figlio tutto dedito alle cose del Padre è annuncio di quella radicalità evangelica, che pone in crisi anche i legami più cari dell’uomo, di fronte alle esigenze assolute del Regno” (RVM 20).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO Iddio dunque mandò il suo Figlio nato da donna, nato sotto la legge, per riscattare quelli sotto la legge, affinché ricevessimo l’adozione di figli (Gal 4, 4-5). Ecco lo scopo della venuta di Cristo: riscattare quelli che erano sotto la legge, affinché non fossimo più sotto la legge ma sotto la grazia.

PREGHIAMO.

Vergine fedele, aiutaci a mettere le cose di Dio al di sopra di tutto; e dona a coloro che cercano Cristo, di trovarlo nella sua Parola e nei suoi Sacramenti.

 Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre

“Gesù mio…”

SALVE REGINA

Salve, Regina,
madre di misericordia,
vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
A te ricorriamo,
esuli figli di Eva;
a te sospiriamo, gementi e
piangenti in questa valle di lacrime.
Orsù dunque, avvocata nostra,
rivolgi a noi gli occhi
tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,
il frutto benedetto del tuo Seno.
O clemente, o pia,
o dolce Vergine Maria!   

Litanie

PREGHIAMO

O Dio, il tuo unico Figlio ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione; a noi che, con il santo Rosario della Beata Vergine Maria, abbiamo meditato questi misteri concedi di imitare ciò che essi contengono e di raggiungere ciò che promettono. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Dopo esserci lasciati guidare da Maria nella meditazione sui misteri della Gioia, ci rivolgiamo con fiducia a Sant’Agostino, chiedendo forza per questo momento e invocando la fine di questa prova

O grande Agostino, nostro padre e maestro, conoscitore dei luminosi sentieri di Dio ed anche delle tortuose vie degli uomini, noi ammiriamo le meraviglie che la Grazia divina ha operato in te, rendendoti appassionato testimone della verità e del bene, a servizio dei fratelli.

All’inizio di un nuovo millennio segnato dalla croce di Cristo, insegnaci a leggere la storia nella luce della Provvidenza divina, che guida gli eventi verso l’incontro definitivo col Padre. Orientaci verso mete di pace, alimentando nel nostro cuore il tuo stesso anelito per quei valori sui quali è possibile costruire, con la forza che proviene da Dio, la “città” a misura dell’uomo.

La profonda dottrina, che con studio amoroso e paziente hai attinto alle sorgenti sempre vive della Scrittura, illumini quanti sono oggi tentati da alienanti miraggi. Ottieni loro il coraggio di intraprendere il cammino verso quell’ “uomo interiore” nel quale è in attesa Colui che, solo, può dare pace al nostro cuore inquieto.

Tanti nostri contemporanei sembrano aver smarrito la speranza di poter giungere, tra le molte contrastanti ideologie, alla verità, di cui tuttavia il loro intimo conserva la struggente nostalgia. Insegna loro a non desistere mai dalla ricerca, nella certezza che, alla fine, la loro fatica sarà premiata dall’incontro appagante con quella Verità suprema che è sorgente di ogni verità creata.

Infine, o Sant’Agostino, trasmetti anche a noi una scintilla di quell’ardente amore per la Chiesa, la Cattolica madre dei santi, che ha sostenuto ed animato le fatiche del tuo lungo ministero. Fa’ che, camminando insieme sotto la guida dei legittimi Pastori, giungiamo alla gloria della Patria celeste, ove, con tutti i Beati, potremo unirci al cantico nuovo dell’alleluia senza fine. Amen.

(di Giovanni Paolo II)

Santo Rosario Misteri Gloriosi con i pensieri di Sant’Agostino




SANTO ROSARIO ED I PENSIERI DI SANT’AGOSTINO

MISTERI DELLA GLORIA

Annunciare Cristo con Maria!
“La contemplazione del volto di Cristo non può fermarsi all’immagine di lui crocifisso. Egli è il Risorto! Da sempre il Rosario esprime questa consapevolezza della fede, invitando il credente a… fissare lo sguardo sulla gloria di Cristo… I misteri gloriosi ali-mentano nei credenti la speranza della meta escatologica verso cui sono incamminati come membri del Popolo di Dio pellegrinante nella storia. Ciò non può non spin-gerli ad una coraggiosa testimonianza di quel «lieto annunzio» che dà senso a tutta la loro esistenza” (RVM z3).
 
INTRODUZIONE ALLA PREGHIERA

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito
Santo.
Amen.
O Dio vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre, nei secoli
dei secoli.
Amen.
 
Primo mistero della Gloria: La Risurrezione di Gesù

“Passato il sabato, Maria di Magdala, Maria di Giacomo e Salome, di buon mattino, andarono al sepolcro. Entrando videro un giovane… Egli disse loro: «Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. è risorto, non è qui»”(Mc 16,5-6).

“Contemplando il Risorto, il cristiano riscopre le ragioni della propria fede (cf.1 Cor 15, 14), e rivive la gioia non soltanto di coloro ai quali Cristo si manifestò – gli Apostoli, la Maddalena, i discepoli di Emmaus -, ma anche la gioia di Maria” (RVM 23).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO «Esaudiscimi senza più rimandare: mi trovo in una tribolazione tanto grande che è dolce per me la tua misericordia. Per questo tu differivi il tuo aiuto: perché mi fosse dolce. Ebbene, ormai non c’è più da rimandare: la mia tribolazione è giunta all’estremo; la misura del patire è colma. Venga dunque la tua misericordia per beneficarmi» (Discorso 2,1).

PREGHIAMO.

Vergine gloriosa, ottieni ai battezzati di vivere la vita nuova di Cristo senza tiepidezze e infedeltà, risorgendo ogni giorno all’amore e vincendo la morte del peccato.
Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
 “Gesù mio…”
 
 Secondo mistero della Gloria: L’Ascensione di Gesù al cielo

“Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l’accompagnavano” (Mc 15,19-20).

“Il Rosario invita i credenti ad andare oltre il buio della Passione, per fissare lo sguardo sulla gloria di Cristo nella Risurrezione e nell’Ascensione… ” (RVM 23).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO  «Sia alla natura che all’intelletto usò misericordia il pio Samaritano che discese in nostro soccorso: fasciò le nostre ferite, le lavò con il vino – e sappiamo quale vino –, prestò le cure alla creatura, la portò nella locanda dandola da ospitare a chi vi abitava. La locanda è la Chiesa; chi vi abita è lo Spirito Santo» (Discorso 365) 

PREGHIAMO.

Vergine gloriosa, fa’ che guardiamo con fiducia a Cristo asceso al cielo, ove è sempre pronto ad intercedere per noi presso il Padre. Aiutaci inoltre ad adempiere fedelmente la missione che ci ha affi-dato.
 Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
 “Gesù mio…”
 
Terzo mistero della Gloria: La discesa dello Spirito Santo su Maria e gli Apostoli

“Venne all’improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo[…]. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue” (Atti 2,1-4).

“Al centro di questo percorso di gloria, il Rosario pone la Pentecoste, che mostra il volto della Chiesa quale famiglia riunita con Maria, ravvivata dall’effusione potente dello Spirito…” (RVM 23).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO «Chi dice di dimorare in Cristo deve comportarsi come si è comportato lui. Egli è la via. Ora camminiamo, non abbiamo paura, non ci sperdiamo. Non camminiamo fuori della via. Perché è detto: Attorno alla strada mi han messo intoppi, attorno alla strada mi han teso agguati. Ed ecco la misericordia: perché tu non cada negli agguati, hai come strada la misericordia stessa» (Discorso 16A).

 PREGHIAMO.

Vergine gloriosa, dona sostegno ai credenti di oggi. Aiutali ad accogliere i doni dello Spirito e a crescere in santità.
 Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
  “Gesù mio…”
 
  Quarto mistero della Gloria: L’Assunzione di Maria al Cielo

“Cristo è risorto dai morti, primizia di coloro che sono morti. Poiché se a causa di un uomo venne la morte, a causa di un uomo verrà anche la risurrezione dei morti; e come tutti muoiono in Adamo, così tutti riceveranno la vita in Cristo”. (1 Cor 15,20-22).

“A questa gloria che, con l’Ascensione, pone il Cristo alla destra del Padre, Maria sarà sollevata con l’Assunzione, giungendo, per specialissimo privilegio, ad anticipare il destino riservato a tutti i giusti con la risurrezione della carne” (RVM 23).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO «Le anime assetate di te, che appaiono alla tua vista, le distingui con un fine diverso dalla massa del mare, le irrori con riposta e dolce fontana, affinché pure la terra dia il suo frutto: dà il suo frutto la nostra anima e germina per tuo ordine, Signore Dio suo, secondo la sua specie, le opere di misericordia, amando il prossimo e soccorrendolo nei bisogni materiali» (Confessioni 13, 17, 21).

PREGHIAMO.
 
O Vergine gloriosa, tu ci ricordi il nostro destino di gioia infinita. Aiutaci a ri-spettare la nostra dignità di tempio dello Spirito Santo per entrare nella gloria del Cielo.
 Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
 “Gesù mio…”
 
Quinto mistero della Gloria: L’Incoronazione di Maria Regina del Cielo e della terra

“Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. […] Essa partorì un figlio maschio, destinato a governare tutte le nazioni” (Ap 12,1-5).

“Coronata infine di gloria – come appare nell’ultimo mistero glorioso – Maria rifulge quale Regina degli Angeli e dei Santi, anticipazione e vertice della condizione escatologica della Chiesa” (RVM 23).

PENSIERI DI SANT’AGOSTINO «O uomo felice, che temi il Signore e ti compiaci grandemente dei suoi precetti, non temere né disperarti! Sii benigno, usa compassione e da’ in prestito! Difatti il Signore Dio sarà giusto, nel senso che riserverà un giudizio severo, senza misericordia, verso colui che non ha agito con misericordia. Se invece si tratterà d’un uomo benigno che usa compassione e dà in prestito, Dio non lo vomiterà dalla sua bocca, come uno che fosse stato privo di benignità. Dice: Perdonate e vi sarà perdonato; date e sarà dato a voi» (Esposizione del Salmo 111).

PREGHIAMO.
O Vergine gloriosa, in cielo brilli dinanzi a noi, come «segno di sicura spe-ranza». Volgi gli occhi misericordiosi su chi soffre nella prova, nel peccato, nel dubbio.
Pater, 10 Ave Maria, Gloria al Padre
 “Gesù mio…”

SALVE REGINA

Salve, Regina,
madre di misericordia,
vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
A te ricorriamo,
esuli figli di Eva;
a te sospiriamo, gementi e
piangenti in questa valle di lacrime.
Orsù dunque, avvocata nostra,
rivolgi a noi gli occhi
tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù,
il frutto benedetto del tuo Seno.
O clemente, o pia,
o dolce Vergine Maria!   

LITANIE…

Affidamento alla Madonna:

O Maria, Vergine Immacolata, prendimi sotto la tua specialissima protezione e custodisci la purezza della mia anima, del mio cuore e del mio corpo. Tu sei il modello e la stella della mia vita” (D. 317).
 
 PREGHIAMO

O Dio, il tuo unico Figlio ci ha procurato i beni della salvezza eterna con la sua vita, morte e risurrezione; a noi che, con il santo Rosario della Beata Vergine Maria, abbiamo meditato questi misteri concedi di imitare ciò che essi contengono e di raggiungere ciò che promettono. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Dopo esserci lasciati guidare da Maria nella meditazione sui misteri del Dolore, ci rivolgiamo con fiducia a Sant’Agostino, chiedendo forza per questo momento e invocando la fine di questa prova
 
O grande Agostino, nostro padre e maestro, conoscitore dei luminosi sentieri di Dio ed anche delle tortuose vie degli uomini, noi ammiriamo le meraviglie che la Grazia divina ha operato in te, rendendoti appassionato testimone della verità e del bene, a servizio dei fratelli.
All’inizio di un nuovo millennio segnato dalla croce di Cristo, insegnaci a leggere la storia nella luce della Provvidenza divina, che guida gli eventi verso l’incontro definitivo col Padre. Orientaci verso mete di pace, alimentando nel nostro cuore il tuo stesso anelito per quei valori sui quali è possibile costruire, con la forza che proviene da Dio, la “città” a misura dell’uomo.
La profonda dottrina, che con studio amoroso e paziente hai attinto alle sorgenti sempre vive della Scrittura, illumini quanti sono oggi tentati da alienanti miraggi. Ottieni loro il coraggio di intraprendere il cammino verso quell’ “uomo interiore” nel quale è in attesa Colui che, solo, può dare pace al nostro cuore inquieto.
Tanti nostri contemporanei sembrano aver smarrito la speranza di poter giungere, tra le molte contrastanti ideologie, alla verità, di cui tuttavia il loro intimo conserva la struggente nostalgia. Insegna loro a non desistere mai dalla ricerca, nella certezza che, alla fine, la loro fatica sarà premiata dall’incontro appagante con quella Verità suprema che è sorgente di ogni verità creata.
Infine, o Sant’Agostino, trasmetti anche a noi una scintilla di quell’ardente amore per la Chiesa, la Cattolica madre dei santi, che ha sostenuto ed animato le fatiche del tuo lungo ministero. Fa’ che, camminando insieme sotto la guida dei legittimi Pastori, giungiamo alla gloria della Patria celeste, ove, con tutti i Beati, potremo unirci al cantico nuovo dell’alleluia senza fine. Amen.
 
di Giovanni Paolo II