Il Sorriso di Maria

INCONTRO Cenacolo del 5 ottobre 2018

 

ERANO PRESENTI ALL’INCONTRO 12 MEMBRI DEL CENACOLO. LO SCORSO MESE ABBIAMO DONATO LE AVE MARIA PER:

 

 

DONANDO 63436 AVE MARIA PER QUESTA INTENZIONE.

 

 

Nel mese di SETTEMBRE doneremo le ave Maria per:

” L’APERTURA DEI CUORI DEI FEDELI CRISTIANI DELLE PARROCCHIE DEI COMPONENTI DEL CENACOLO”

GRAZIE A TUTTI PER L’IMPEGNO CHE DATE A MARIA.

Cari figli…Come singoli… non potete fermare il male che vuole regnare nel mondo e distruggerlo. Ma per mezzo della volonta’ di Dio tutti insieme con mio Figlio potete cambiare tutto e guarire il mondo… (Apparizione a Mirjana 2 agosto 2011)

COMMENTO AL MESSAGGIO, 2 OTTOBRE 2018 di Padre SILVANO ALFIERI

1 decina il messaggio:
“CARI FIGLI, VI CHIEDO DI ESSERE CORAGGIOSI E NON VACILLARE, PERCHÉ ANCHE IL BENE PIÙ PICCOLO, IL SEGNO D’AMORE PIÙ PICCOLO VINCE IL MALE SEMPRE PIÙ VISIBILE. FIGLI MIEI ASCOLTATEMI PERCHÉ IL BENE VINCA, PERCHÉ POSSIATE CONOSCERE L’AMORE DI MIO FIGLIO CHE È LA FELICITÀ PIÙ GRANDE. LE MANI DI MIO FIGLIO VI ABBRACCIANO, LUI, CHE AMA L’ANIMA, LUI CHE SI È OFFERTO PER VOI E SI OFFRE SEMPRE NUOVAMENTE NELL’EUCARESTIA, LUI CHE HA PAROLE DI VITA ETERNA; CONOSCERE IL SUO AMORE, SEGUIRE I SUOI PASSI, SIGNIFICA AVERE RICCHEZZA SPIRITUALE. QUESTA È LA RICCHEZZA CHE COLMA DI SENTIMENTI BUONI E VEDE L’AMORE E IL BENE DAPPERTUTTO. APOSTOLI DEL MIO AMORE, FIGLI MIEI, SIATE COME I RAGGI DEL SOLE CHE CON IL CALORE DELL’AMORE DI MIO FIGLIO RISCALDANO TUTTI COLORO CHE LI CIRCONDANO. FIGLI MIEI, IL MONDO HA BISOGNO DI APOSTOLI D’AMORE, IL MONDO HA BISOGNO DI MOLTE PREGHIERE, MA PREGHIERE DETTE CON IL CUORE E L’ANIMA, NON SOLO CON LE LABBRA. FIGLI MIEI, ASPIRATE ALLA SANTITÀ CON L’UMILTÀ CHE PERMETTE A MIO FIGLIO DI AGIRE TRAMITE VOI, COME LUI DESIDERA. FIGLI MIEI, LE VOSTRE PREGHIERE, I VOSTRI PENSIERI E LE VOSTRE OPERE, TUTTO QUESTO VI APRE O VI CHIUDE LA PORTA DEL REGNO DEI CIELI. MIO FIGLIO VI HA MOSTRATO LA STRADA E VI HA DATO LA SPERANZA, IO VI CONSOLO E INCORAGGIO PERCHÉ, FIGLI MIEI, IO HO CONOSCIUTO IL DOLORE, MA AVEVO LA FEDE E LA SPERANZA, ORA HO IL PREMIO DELLA VITA NEL REGNO DI MIO FIGLIO. PERCIÒ, ASCOLTATEMI, ABBIATE CORAGGIO, NON VACILLATE. VI RINGRAZIO.”

2 decina: “CARI FIGLI, VI CHIEDO DI ESSERE CORAGGIOSI E NON VACILLARE, PERCHÉ ANCHE IL BENE PIÙ PICCOLO, IL SEGNO D’AMORE PIÙ PICCOLO VINCE IL MALE SEMPRE PIÙ VISIBILE.
Il male è sempre più visibile, il male fa notizia e grazie ai giornali e alle televisioni, e ora, grazie a facebook e youtube, che consentono a chiunque di pubblicare filmati e dirette, diventa più visibile, anzi spesso fa sentire la sua voce derisoria e il suo disprezzo per la fede o si mette in mostra con prepotenza. Golia era un soldato gigantesco, incuteva timore, con arroganza sfidava il popolo di Israele, lo disprezzava e lo derideva credendosi al sicuro per la sua forza e la sua armatura, e nessun israelita aveva il coraggio di affrontarlo. Davide un giovane pastore, ancora troppo piccolo per poter far parte dell’esercito di Israele, assiste alle minacce di Golia e alla paura degli israeliti… lui non ha paura, non è intimorito, è coraggioso e si offre di combattere contro Golia. Quando viene il momento del combattimento è pronto, parte con un balzo. Golia lo minaccia, lo maledice, ma Davide non ha paura e risponde: “Tu vieni a me con la spada, con la lancia e con l’asta. Io vengo a te nel nome del Signore degli eserciti, Dio delle schiere d’Israele, che tu hai insultato”, raccoglie cinque ciottoli dal fiume, ne sceglie uno, lo scaglia con la sua fionda e abbatte Golia. Anche il “sasso” più piccolo, anche il bene più piccolo vince il male.

3 decina: IO VI CONSOLO E INCORAGGIO PERCHÉ, FIGLI MIEI, IO HO CONOSCIUTO IL DOLORE, MA AVEVO LA FEDE E LA SPERANZA, ORA HO IL PREMIO DELLA VITA NEL REGNO DI MIO FIGLIO. PERCIÒ, ASCOLTATEMI, ABBIATE CORAGGIO, NON VACILLATE.
Maria ci invita ad essere coraggiosi come Davide, a non vacillare a non lasciarci intimorire dal male, ci rende consapevoli che anche il bene più piccolo lo vince. A Medugorje Maria ci ha messo tra le mani cinque “sassi”, cinque pratiche spirituali con le quali possiamo vincere il male in noi e attorno a noi: 1) la preghiera con il cuore: il rosario; 2) l’Eucarestia; 3) la Bibbia; 4) il digiuno; 5) la confessione mensile. Utilizziamo queste armi spirituali con coraggio. Ognuno di questi cinque “sassi spirituali” è in grado di vincere numerosi mali interiori o esteriori, Davide ha utilizzato un solo sasso per abbattere Golia, così anche noi, scegliamo uno di questi cinque sassi, quello che ci si addice di più e usiamolo con determinazione, faremo dei danni grossi.

4 decina: APOSTOLI DEL MIO AMORE, FIGLI MIEI, SIATE COME I RAGGI DEL SOLE CHE CON IL CALORE DELL’AMORE DI MIO FIGLIO RISCALDANO TUTTI COLORO CHE LI CIRCONDANO.
Tornano alla mente le parole di Gesù a santa Faustina: “se ti concedo delle grazie più grandi, non rifiutarle perché ne sei indegna. Io questo lo so; ma tu piuttosto rallegrati e gioisci e prendi tanti tesori dal Mio Cuore, quanti riesci a portarne, poiché proprio facendo così Mi piaci di più. E ti dirò ancora una cosa: non prendere queste grazie solo per te, ma anche per il prossimo.” Carissimi con la preghiera dei vostri Cenacoli, che corrisponde al “sasso della preghiera del cuore”, voi attingete già alla ricchezza spirituale di Gesù, al suo amore, e siete già dei raggi che consentono all’amore di Gesù di riscaldare il cuore di tanti. Maria oggi vi invita a perseverare con coraggio, a non desistere, il mondo ha bisogno di voi, il mondo ha bisogno di molte preghiere.

5 decina FIGLI MIEI, IL MONDO HA BISOGNO DI APOSTOLI D’AMORE, IL MONDO HA BISOGNO DI MOLTE PREGHIERE… VI RINGRAZIO.
La Chiesa stessa ha bisogno di molte preghiere, Papa Francesco ci avverte che un “brutto Golia” ci minaccia e ci vuole dividere, e ha invitato tutti i fedeli del mondo, in questo mese di ottobre, a pregare ogni giorno il Santo Rosario, per chiedere alla Santa Madre di Dio e a San Michele Arcangelo di proteggere la Chiesa dal diavolo, che sempre mira a dividerci da Dio e tra di noi. La Chiesa è il popolo di Dio, la Chiesa siamo noi, membra del corpo di Cristo. La vittoria di Davide non è solo personale, è per tutto il popolo di Israele, così ogni santo Rosario che ciascun Apostolo riuscirà a pregare in questo mese, per questa intenzione del santo padre, porterà un grande beneficio a tutta la Chiesa: “ANCHE IL BENE PIÙ PICCOLO, IL SEGNO D’AMORE PIÙ PICCOLO VINCE IL MALE SEMPRE PIÙ VISIBILE… VI RINGRAZIO”

Il Signore Gesù vi benedica sempre
p. Silvano