Il Sorriso di Maria

Commento al messaggio a Medjugorje del 25 agosto 2020

Incontro Cenacolo del 4 settembre 2020 gruppo Il Sorriso Di Maria di Città Sant’angelo – Pe

(per vedere la diretta dell’incontro cliccare sul link che segue)

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=629500451285621&id=530308143763108


Commento al messaggio di Međugorje, 25 agosto a Marjia
(Padre Silvano Alfieri)

1 decina: “Cari figli! Questo è tempo di grazia. Sono con voi e vi invito di nuovo, figlioli: ritornate a Dio e alla preghiera affinché la preghiera diventi gioia per voi. Figlioli, non avrete né futuro né pace finché nella vostra vita non comincerete a vivere la conversione personale e il cambiamento nel bene. Il male cesserà e la pace regnerà nei vostri cuori e nel mondo. Perciò, figlioli, pregate, pregate, pregate. Sono con voi e intercedo presso mio Figlio Gesù per ciascuno di voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

2 decina: figlioli, pregate, pregate, pregate

Che bello, che grazia!! Tutte le volte che Maria ci ripete questo messaggio provo una grande gioia; è un grande incoraggiamento e una conferma alla strada che da anni percorriamo con gli Apostoli della Pace. Questo invito di Maria “pregate, pregate, pregate”, è un vero e proprio rifornimento di grazia e di energia che sostiene l’anima in cammino. Penso che la stessa gioia e lo stesso incoraggiamento lo provino tutti coloro che stanno prendendo seriamente i messaggi della Regina della Pace e stanno pregando, pregando, pregando. I trentanove anni della presenza di Maria a Medugorje sono un tempo di grande grazia ma affinché questa grazia operi nella nostra vita e attorno a noi, occorre la nostra preghiera. Grazie mamma che non ti stanchi di indicarci la via da percorrere e di incoraggiarci lungo il cammino e grazie a tutti gli Apostoli della Pace che da anni stanno perseverando nella preghiera: è più bello e più facile seguire Maria se si cammina insieme a tanti fratelli nella fede.

3 decina: Figlioli, non avrete né futuro né pace finché nella vostra vita non comincerete a vivere la conversione personale e il cambiamento nel bene.

Maria avvisa i suoi figli che senza la conversione personale e senza compiere il bene non c’è futuro né pace nella vita. A volte facciamo fatica a tradurre in pratica parole come: “conversione”, come concretizzarla nella nostra vita? Maria ha donato agli Apostoli della Pace un percorso e degli strumenti di vita spirituale molto concreti ed efficaci per la conversione personale: le Mille Ave Maria portano concretamente la pace di Dio nel cuore, la preghiera per l’apertura del cuore converte, apre a Dio il nostro cuore e quello di tanti, il percorso di misericordia che abbiamo inaugurato a gennaio, ci porta a compiere il bene così come lo intende il vangelo. Sono strumenti di vita spirituale che funzionano, abbiamo la testimonianza di tante conversioni, di gente tornata alla fede, alla messa, alla confessione, famiglie riconciliate … sono migliaia i germogli di grazia che ci dimostrano che lungo il percorso degli Apostoli della Pace effettivamente ci si converte a Dio, si cresce nella preghiera, e nel compiere il bene. Grazie Maria per il dono degli Apostoli della Pace.

4 decina: Il male cesserà e la pace regnerà nei vostri cuori e nel mondo.

È una dichiarazione solenne, un grande annuncio di speranza: “Il male cesserà e la pace regnerà nei vostri cuori e nel mondo.” Maria sta dicendo che il Covid cesserà? Credo di sì perché è questo il male che il mondo sta sperimentando. Però il male di cui parla Maria lo si può intendere anche in un senso più ampio che va oltre il virus, infatti, nei messaggi dei mesi precedenti Maria ha parlato del male che vuole distruggere il mondo e lo ha fatto con parole che si possono applicare al virus ma anche a un male inteso in senso più ampio. Maria ci dice che: “la Pace regnerà nei vostri cuori e nel mondo”, ci annuncia che Dio ha stabilito un tempo di pace che il mondo sperimenterà nonostante gli oppositori. Proprio come questo tempo di prova dovuto al Covid è una croce sperimentata da tutta l’umanità, a prescindere dai singoli, dai governi e dalle nazioni e nonostante un esercito di medici e di scienziati che hanno provato ad opporsi; così Dio donerà al mondo un tempo di Pace a prescindere dai singoli, dai governi e dalle nazioni, anche se ci sarà un esercito di criminali che proverà ad opporsi. La Pace ci sarà ugualmente e credo che sarà sperimentabile a livello mondiale almeno quanto stiamo sperimentando la presenza del virus. Questa dichiarazione così solenne Maria la unisce a un invito: “Perciò, figlioli, pregate, pregate, pregate” evidentemente il “virus della Pace” lo prenderanno coloro che pregano e grazie a loro si diffonderà nel mondo, questo è il compito degli Apostoli della Pace. I tempi della realizzazione di questa promessa sembrano imminenti ma in realtà non li conosciamo, di certo possiamo affermare che coloro che pregano anche adesso hanno pace e anche nella prova sono saldi. Essi affrontano la loro prova uniti a Gesù e questo è il miracolo più grande; poi, nel tempo stabilito da Dio, essi sperimenteranno una pace grandissima dono di Gesù risorto.

5 decina: Cari figli! Questo è tempo di grazia

In questo messaggio sono due in particolare le grazie che ci riguardano e che prendiamo in considerazione perché ciascuno possa verificare come sta corrispondendo. La prima grazia è un dono che ci è stato fatto da Gesù ed è sua madre MARIA: “Ecco tua madre!” ha detto Gesù al discepolo presente sotto la sua croce (Gv 19,27), “Ecco tua madre!” ripete oggi a tutti i suoi discepoli che sono con il cuore ai piedi della croce del monte Krizevac di Medugorje. Maria, le sue attenzioni di madre, la sua guida sicura verso la salvezza eterna è davvero la grazia grande che Gesù ha fatto a ciascuno di noi. “sono con voi e intercedo per voi presso mio Figlio Gesù” ci dice Maria in questo messaggio. Queste sono esattamente le stesse parole che Lei ci ha detto nel messaggio del mese scorso. Questo per ciascuno di noi significa: è un mese che Maria mi è vicina, in ogni momento della mia giornata con la sua grazia, ed è almeno un mese (per non dire anni) che ogni giorno prega suo Figlio proprio per me.

VERIFICA PERSONALE: Me ne sono accorto? La sto ringraziando?

La seconda grazia è un dono che ci fa Maria e sono gli APOSTOLI DELLA PACE: “Cari figli, vi invito ad essere apostoli della pace. Pace, pace, pace.” Questo è il breve messaggio che Maria ha affidato a Ivanka il 25 giugno 2009. Gli Apostoli della Pace sono voluti da Maria, sono un suo dono attraverso il quale ci mette a disposizione un percorso e degli strumenti di vita spirituale per donare la pace a noi e a tanti attraverso noi e la nostra preghiera.

VERIFICA PERSONALE: Sono consapevole che attraverso gli Apostoli della Pace Maria mi ha chiamato per nome e mi affida una missione di preghiera e di misericordia per il bene di tanti? Mi sto impegnando in questo percorso, la Pace di Maria è entrata nel mio cuore e attraverso di me si diffonde anche a qualcun altro in famiglia, al lavoro o in Parrocchia?

Ho capito che da soli si combina ben poco e che Maria mi ha chiamato a collaborare a una missione comunitaria insieme ad altri fratelli nella fede e per questo esiste l’Associazione Apostoli della Pace? Sto collaborando a questo lavoro della squadra di Maria? Partecipo al Cenacolo? Desidero sostenere in qualche modo la mia Associazione, ad esempio con la preghiera, con un sostegno economico, oppure con un servizio?  Partecipo alle sue iniziative?

È una verifica personale, chi desidera farla in modo adeguato dopo il Cenacolo riprenda con sé il commento di questa 5° decina e al momento opportuno, nel silenzio del proprio cuore provi a rispondere a queste domande. Quindi è opportuno che ciascuno faccia un piccolissimo proposito, anzi, è bene che il proposito sia molto, molto piccolo. Se ogni Apostolo farà un piccolissimo passo concreto per rispondere al progetto di Maria, tutta l’Associazione svolgerà meglio la sua missione e sul volto di Maria apparirà un bellissimo sorriso.

Il Signore Gesù vi benedica sempre

p. Silvano