Il Sorriso di Maria

Commento al messaggio del 25 aprile 2021

Di Padre Silvano Alfieri

Per visualizzare la diretta dell’incontro cliccare sul link che segue:https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=300213151679672&id=985718418295923

COMMENTO AL MESSAGGIO DI MEĐUGORJE, 25 APRILE 2021


1^ decina: “CARI FIGLI! OGGI VI INVITO A TESTIMONIARE LA VOSTRA FEDE
NEI COLORI DELLA PRIMAVERA, CHE SIA LA FEDE DELLA SPERANZA E
DEL CORAGGIO. FIGLIOLI, LA VOSTRA FEDE NON VENGA MENO IN
NESSUNA SITUAZIONE E NEANCHE IN QUESTO TEMPO DI PROVA.
CAMMINATE CORAGGIOSAMENTE CON CRISTO RISORTO VERSO IL CIELO
CHE È LA VOSTRA META. IO VI ACCOMPAGNO IN QUESTO CAMMINO DI
SANTITÀ E VI METTO TUTTI NEL MIO CUORE IMMACOLATO. GRAZIE PER
AVER RISPOSTO ALLA MIA CHIAMATA.”


2^ decina: OGGI VI INVITO A TESTIMONIARE LA VOSTRA FEDE NEI COLORI
DELLA PRIMAVERA, CHE SIA LA FEDE DELLA SPERANZA E DEL CORAGGIO

Maria prende spunto dai fiori di primavera che sbocciano al sole, mostrano mille colori ed
effondono con gioia i loro profumi; e ci consegna un suo desiderio: che la fede dei suoi figli si
schiuda al calore e alla luce di Cristo Risorto. Maria desidera che la nostra fede, sbocciando, mostri
la bellezza dei suoi colori, in particolare i colori della speranza e del coraggio, virtù quanto mai
necessarie in questo tempo. Cosa possiamo fare perché questo avvenga nel nostro cuore?

3^ decina: FIGLIOLI, LA VOSTRA FEDE NON VENGA MENO IN NESSUNA
SITUAZIONE E NEANCHE IN QUESTO TEMPO DI PROVA

Per prima cosa dobbiamo custodire in noi il dono della fede e non permettere né a questo tempo
di prova né a chi questo dono non ce l’ha, di spegnere la nostra fede in Gesù. Maria sa bene che
stiamo camminando nel bel mezzo di una pandemia e che siamo bombardati da cattive notizie.
Giàiro, un capo della sinagoga, va con fede da Gesù per intercedere per la figlioletta gravemente
malata; ma, ecco che dalla sua casa arrivano dei servi a dire: Tua figlia è morta. Perché disturbi ancora
il Maestro?» (Mc 5,36). Sono parole capaci di spegnere ogni speranza e sono rese ancor più insidiose da
un’attenzione verso Gesù solo apparente: “Perché disturbi ancora il Maestro?” In realtà sono le parole
di persone che non hanno fede in Gesù e come effetto tendono a spegnerla anche nel cuore di
questo papà. Gesù si rivolge a Giàiro e gli dice: “non temere, continua solo ad avere fede” (Mc 5,36). Davanti
a Gesù, che è la Vita, anche la morte si relativizza, diventa un sonno leggero, dal quale Egli
risveglia la bambina. Non temete, continuate solo ad avere fede, ripete Maria a noi suoi figli. Non
temete questi tempi, continuate solo ad avere fede in Dio e nel suo amore, fede nella sua vicinanza
attenta e operosa che volge questo tempo di prova per il bene e la salvezza di coloro che in Lui
confidano.

4^ decina: CAMMINATE CORAGGIOSAMENTE CON CRISTO RISORTO VERSO
IL CIELO CHE È LA VOSTRA META.

Altra cosa che possiamo fare perché cresca in noi la speranza e il coraggio è scegliere Gesù nella
nostra vita. Gesù è Risorto! È con noi ogni giorno e ci accompagna in questo pellegrinaggio dalla
terra al Cielo. Ciascuno di noi è prezioso ai suoi occhi ed Egli, che è il buon pastore, si prende
cura di noi effondendo, su ciascuno, con sapienza, ogni tipo di grazia necessaria al viaggio.

5^ decina: IO VI ACCOMPAGNO IN QUESTO CAMMINO DI SANTITÀ E VI
METTO TUTTI NEL MIO CUORE IMMACOLATO.

La Provvidenza ci ha fatto un altro dono straordinario: in Maria ci ha donato una mamma e una
maestra, che insegna a ciascuno come si accoglie Gesù e come si collabora con Lui. Grazie alla
sua presenza quotidiana, da quarant’anni a Medugorie, c’è una grande fioritura di santità tra i suoi
figli che ascoltano e vivono i suoi messaggi. Come Apostoli della Pace abbiamo attinto dai suoi
insegnamenti degli strumenti stupendi ed efficaci per collaborare con la grazia che il Cielo ci offre.
Ad esempio, il metodo di preghiera che utilizziamo nei Cenacoli è una chiave che funziona
davvero e apre alla grazia i nostri cuori e quelli di tanti fratelli. Anche la preghiera delle Mille Ave
Maria per le intenzioni di Maria è un altro strumento prezioso che consente a questa Mamma di
tenerci per mano e di guidarci nel cammino della santità. Credo che perseverare sia nei Cenacoli,
sia nelle giornate delle Mille Ave Maria sia davvero un ottimo modo per alimentare in noi la
lampada della fede.
Cos’altro possiamo fare perché la nostra fede si colori sempre più di speranza e di coraggio?
Chiederlo tutti insieme! In preparazione alla Pentecoste, ritroviamoci sul nostro santuario online
per chiedere tutti insieme lo spirito della speranza e del coraggio: “In verità vi dico ancora: se due di
voi sopra la terra si accorderanno per domandare qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli ve la concederà.” (Mt
18,19). Questa è la funzione del Santuario degli Apostoli della Pace che andiamo costruendo su
internet: essere il Cenacolo dove Apostoli di tanti luoghi e anche lingue diverse possono unirsi in
comunione di preghiera tra loro e con Maria. Per chi lo desidera e può collegarsi, l’appuntamento
è alle ore 15.00, chiederemo insieme, per tutti gli Apostoli della Pace, lo spirito di speranza e di
coraggio.
https://www.apostolidellapace.it/apostoli_della_pace/it/home/news/item/74

Il Signore Gesù vi benedica con il dono del coraggio e della speranza. Padre Silvano